I server hyperscale e il cloud stimolano il mercato delle infrastrutture

I server hyperscale e il cloud stimolano il mercato delle infrastrutture

Le vendite mondiali di server hanno registrato una crescita quasi del 5% volume lo scorso anno. Funziona soprattutto il segmento entry level.

di: Redazione ImpresaCity del 22/03/2016 11:35

Enterprise Management
 
Il 2015 ha registrato una crescita significativa per le vendite in volume di server. Le consegne hanno toccato i 9,7 milioni di unità nel mondo, ovvero il 4,9% in più rispetto al 2014, secondo i calcoli di Idc.Ancor più rilevante la crescita in valore, che ha toccato l’8%, con un volume d'affari complessivo pari a 55,1 miliardi di dollari. L'ultima parte di anno non ha modificato più di tanto l'andamento generale, ma ha confermato la tendenza del resto del periodo, con una crescita in unità del 3,8% e in valore del 5,2%.
Secondo Idc, le vendite sono state stimolate in modo particolare dal rinnovamento dei parchi installati e dalla crescita dei server hyperscale nelle infrastrutture dedicate al cloud. In parallelo, si può constatare come i cicli di aggiornamento stiano arrivando a compimento. La domanda tende ora a concentrarsi soprattutto verso le infrastrutture Sdn e la gestione di ambienti ibridi.
Soprattutto nell'ultima parte del 2015, il progresso affatto leva sul rilascio di soluzioni entry level, che hanno rappresentato un valore complessivo di 11,6 miliardi di dollari, con un incremento del 7,4%. In quest'ambito, si colloca il crescente interesse verso i sistemi hyperscale basati su architettura x86. Più stabile la fascia media, che ha comunque potuto contare sugli investimenti orientati alla virtualizzazione e al consolidamento. In declino, invece, i prodotti di fascia alta, che nel quarto trimestre sono calati del 2,4%.
Nel 2015 tutti i costruttori, eccezion fatta per Ibm, hanno tratto beneficio dalla andamento complessivo del mercato. Hewlett Packard Enterprise ha visto crescere il proprio giro d'affari del 5,8%, ma ancor meglio ha fatto Dell, con un progresso del 7,6%. Al terzo posto, troviamo una Ibm in declino del 23,8%. Lenovo, che ha rilevato da Big Blue il business dei server x86, raggiunto nel quarto trimestre un volume d'affari pari a 1,13 miliardi di dollari, in aumento del 3,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota