Compuware vuole conciliare mainframe e DevOps

Compuware vuole conciliare mainframe e DevOps

Attraverso nuovi prodotti e partnership tecnologiche, il software vendor punta a preservare e rafforzare la propria base installata.

di: Redazione ImpresaCity del 03/02/2016 12:15

Enterprise Management
 
Chi ha costruito le proprie fortune sulla diffusione dei mainframe, oggi non può far altro che essere ottimista sul loro futuro. Anche se la loro presenza rimane limitata ad alcuni settori, gli investimenti continuano a essere significativi e alcuni nuovi sviluppi tecnologici potrebbero prolungarne ulteriormente il ciclo di vita.
Compuware appartiene al lotto e si fa forza su ricerche se, come una prodotta qualche tempo fa dal Mit, in base alla quale il mainframe prevede costi di gestione del 60% inferiori rispetto ai sistemi x86. Limiti storici come la relativa assenza di agilità e adattabilità possono essere oggi superati se da sé nuove dimensioni emergenti come quella DevOps.
Per il software vendor, il cambiamento parte dall'interno, visto che ormai i propri cicli di sviluppo di nuovi prodotti non superano i 90 giorni. Una concretizzazione di questo nuovo ritmo si evidenzia con la nuova suite Topaz e prende la forma di una visualizzazione che permette agli sviluppatori, esperti o meno, di lavorare sul mainframe con una mappa delle chiamate alle applicazioni del sistema. Questa grafica rende visibili le interazioni, talvolta complesse, fra i differenti programmi, per facilitarne la comprensione, la modifica o le correzioni di codice, spesso ardui e poco documentati.
Il nuovo approccio si arricchisce con un'acquisizione e diverse partnership orientate a conciliare il lavoro degli sviluppatori su mainframe e su altri sistemi. Compuware ha da poco assorbito Ispw Benchmark Technologies, uno specialista nella gestione dei cambiamenti dei software e dell'automatizzazione dei controlli sulle versioni dei codici sorgenti negli sviluppi multipiattaforma.
La soluzione si integra con numerosi strumenti, come AppDynamics, Jenkins, SonarSource e Splunk, per integrare i processi DevOps nei mainframe. L'integrazione nativa con Dynatrace è sempre presente, ma la nuova ondata di collaborazioni dimostra che quella che un tempo era la componente di performance applicativa di Compuware ormai è una partnership alla stregua degli altri.
Un altro aspetto interessante della nuova offerta e la possibilità di collocare le applicazioni mainframe sotto la responsabilità dei team DevOps, preservando l'efficienza organizzativa e la collaborazione fra i vari gruppi tecnologici interni.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota