L'innovazione trae spinta dalle linee di business

L'innovazione trae spinta dalle linee di business

Oltre il 40% dei manager operativi indica nei Cio i principali referenti del cambiamento, secondo Idc. Solo il 25% dei diretti interessati, tuttavia, ha la stessa percezione.

di: Redazione ImpresaCity del 15/01/2016 15:19

Enterprise Management
 
Dovrebbero essere i Cio a focalizzarsi sull'innovazione nelle imprese e a guidare i progetti a maggior densità tecnologica. Per l'ennesima volta, lo conferma Idc, riflettendo sullo stato di avanzamento del processo di trasformazione digitale. Tuttavia, i diretti interessati mostrano ancora molta incertezza sul ruolo che dovranno giocare in questo scenario.
L'ultimo studio realizzato dalla società di analisi sul tema evidenzia come il lavoro dei responsabili dell'It aziendale sia sempre più delicato. Non è troppo calata la pressione sulla riduzione dei costi e sulla necessità di mantenere un'infrastruttura coerente, ma, per altro verso, le imprese stanno inevitabilmente guardando ai nuovi sviluppi tecnologici e di mercato e si pone il problema di poter guidare il cambiamento e non semplicemente recepirne gli effetti.
La percezione che il Cio ha di se stesso e del proprio ruolo continua a influire sensibilmente sul relazioni con i responsabili delle linee di business. Il 40%, secondo Idc, si considera ancora come profilo operativo, il 34% come gestore di servizi e solo il 25% come agente dell'innovazione. All'inverso, il 40,9% vede il Cio come guida ideale dell'innovazione solo il 27,5% si limita a percepirne un ruolo unicamente operativo.
Idc spiega che queste differenze sono indicative sulla portata della sfida con la quale si stanno confrontando i responsabili dei sistemi informativi nell'evoluzione della propria figura professionale. Dover rispondere alle esigenze operative è ancora fondamentale, ma raggiungere le aspettative del loro omologhi in azienda sull'innovazione appare forse ancor più importante. Secondo l'analista coloro che continueranno a concentrarsi sugli aspetti puramente operativi si ritroveranno nel giro di tre anni ancor più marginalizzati. La trasformazione digitale deve diventare il primo pensiero, pur se proiettato sull'integrazione nel contesto di infrastrutture stabili.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota