Truffle 100, il software europeo in buona salute

Truffle 100, il software europeo in buona salute

L'annuale graduatoria delle prime 100 aziende del vecchio continente evidenzia un comparto in crescita. Zucchetti, Reply ed Engineering uniche aziende italiane presenti.

di: Redazione ImpresaCity del 16/11/2015 11:17

Enterprise Management
 
Come ogni anno, di questi tempi, Truffle Capital pubblica la classifica dei primi 100 attori europei del software, in collaborazione con gli analisti di Idc e Cxp. La decima edizione evidenzia una settore complessivamente in buona salute. Il giro d'affari realizzato dalle principali realtà continentali è cresciuto nel 2014 del 6%, arrivando a 44 miliardi di euro. Nello stesso periodo, gli investimenti in ricerca e sviluppo si sono portati a 7 miliardi di euro, in progresso del 2% rispetto all'anno precedente.
Un'altra buona notizia riguardo il fatto che i profitti hanno mostrato un livello superiore a quello della spesa in R&D, mentre la situazione di sovrainvestimento osservata lo scorso anno si è rivelata passeggera e legata soprattutto alla necessità dei vendor di riposizionare l'offerta sui modelli cloud.
Tuttavia, occorre rilevare come l'industria europea del software debba ancora confrontarsi con diverse difficoltà strutturali. I responsabili di Truffle Capital pongono l'attenzione soprattutto sugli aspetti finanziari. In particolare, ci sono oggi solo 54 delle prime 100 società quotate in Borsa mentre nel 2007 erano 85. L'euforia finanziaria, che permane negli Stati Uniti, genera così una situazione che prepara il terreno a potenziali acquisizioni di realtà continentali da parte di compratori che arrivano da Oltre Atlantico.
Inoltre, l'edizione 2015 della classifica Truffle 100 indica come stia ancora aumentando la concentrazione del giro d'affari sulle prime 25 aziende, che oggi rappresentano il 77% del totale, in crescita di due punti rispetto al 2013.
Sap guida ancora, con grande distacco la classifica, seguita da Dassault Systèmes e Sage. La Germania si conferma il Paese dal peso specifico più importante nel comparto, piazzando nelle prime dieci anche Wincor Nixdorf, Software Ag e Datev.
Per quanto riguarda l'Italia, si conferma quanto era già emerso lo scorso anno. Nella classifica, infatti, sono presenti solamente tre aziende, ovvero Zucchetti al ventinovesimo posto, Reply al trentunesimo (entrambe in ascesa) e Gruppo Engineering al settantesimo (in lieve calo). È questa l'ennesima conferma come nel nostro mercato manchi la dimensione critica necessaria per competere su scala continentale.
Tag notizia:

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota