Ligresti (Dell) a Smau interpreta la Digital Trasformation e l'operazione EMC

Ligresti (Dell) a Smau interpreta la Digital Trasformation e l'operazione EMC

Filippo Ligresti, AD di Dell Italia, interviene sul tema della Trasformazione Digitale e nel video racconta la recente trasformazione che ha riguardato Dell. A partire dal ‘delisting’ fino all'acquisizione di EMC.

di: Barbara Torresani del 03/11/2015 08:00

Enterprise Management
 
Trasformazione digitale, imprenditoria e ruolo degli imprenditori al centro dell’intervento di Filippo Ligresti, Amministratore Delegato di Dell Italia, nella sessione plenaria di apertura della 1° giornata di SMAU.
Ne ha parlato a ImpresaCity in questo video, commentando i recenti annunci societari che vedono Dell impegnata nell’operazione EMC.

Filippo Ligresti, Amministratore Delegato di Dell Italia
“La Digital Transformation è il tema cruciale di questi ultimi anni. Il Digitale penetra la nostra vita quotidiana, influenza e cambia i comportamenti di acquisto di tutti noi. Di conseguenza, le aziende si stanno rimodellando per cercare di trarre vantaggio da questa opportunità che da una parte richiede di capire come ampliare la base dei clienti e dall’altra come utilizzare al meglio tutti gli strumenti digitali per essere più efficienti all’interno delle aziende. In questo senso, in Italia finalmente stiamo vedendo un grandissimo interesse a utilizzare questa leva, che, per il secondo Paese manifatturiero in Europa può essere determinante per tornare a crescere in modo importante. In questo scenario, Dell si pone l’obiettivo di aiutare le imprese direttamente e con i propri partner a utilizzare questi nuovi strumenti digitali rendendo la tecnologia più facile da utilizzare, il rapporto tra l’imprenditore/industriale e gli esperti più semplice mettendendoli nella condizione di ottenere i vantaggi della digitalizzazione, attraverso uno sforzo di training sul proprio canale e di semplificazione dell’offerta tecnologica. Dell è l’unico fornitore di soluzioni tecnologiche end-to-end ad altissima qualità ad ampio spettro – dal tablet alle soluzioni di archiviazione dati”. 
Una trasformazione digitale che coinvolge l’imprenditoria, nuovi imprenditori e nuove geografie dell’innovazione. Parlando di imprenditori, il pensiero non può non andare a Micheal Dell, un imprenditore che in questi ultimi anni ha saputo fare scelte evolutive interessanti. Tra le ultime, quella di acquisire EMC. “Michael Dell, che oggi ha 50 anni, e 32 anni fa ha fondato Dell, due anni fa ha ricomperato la stessa Dell e oggi ha deciso di compiere un’altra grandissima operazione: acquisire Emc per portare un grande valore di ampiezza di soluzioni e di capacità da offire a clienti e partner”.

Come cambierà e si delineerà ora il fronte competitivo prossimo venturo? Alcuni competitor, HP e IBM in primis, hanno commentato l’operazione. “Da parte mia, posso solo dire che noi siamo molto felici di unirci a Emc; ci sono i tempi tecnici da rispettare affinché l’operazione si concluda e in questo periodo entrambi continueremo a operare in completa autonomia. Tuttavia, credo che insieme riusciremo a produrre grande valore per i clienti e per l’ecosistema di integratori che opera intorno a noi al fine di riuscire a cavalcare questa ondata di trasformazione digitale in modo corretto. No comment sulle dichiarazioni dei concorrenti. Osservo solo che mentre qualcuno o disinveste vendendo rami di azienda piuttosto che chi decide di dividersi per affrontare meglio la sfida, Dell invece ha una chiara strategia dettata da Michael Dell, che oltre a essere l’imprenditore che conduce in prima persona questa importantissima fusione è anche il Global Advocate per l’Imprenditorialità (Global Advocate for Entrepreneurship), responsabile del programma  di rilancio e di sostegno dell’imprenditorialità presso le Nazioni Unite;  un uomo che crede nell’impresa e nel ruolo dell’imprenditore a tutto tondo. Credo che il fatto di poter contare su una leadership così forte e importante sia un vantaggio competitivo che nessun’altra azienda dispone”. 

Secondo Ligresti, EMC non porterà  Dell a parlare su tavoli differenti da quelli attuali:  Dell è già un solution provider end-to-end in grado di coprire le esigenze di tutte le aziende a 360 gradi in questo mondo che mette il digitale al centro del cambiamento e della creazione di valore del futuro; con l’acquisizione di EMC amplieremo ulteriormente questa nostra capacità, mettendo a disposizione ulteriori competenze -  persone, capacità, prodotti ed esperienze che ci renderanno una società unica”.

L’operazione dovrebbe durare circa un anno e in questo lasso di tempo le due organizzazioni continueranno a operare come due entità separate. “Ragionevolmente le aspettative di Dell sono che la transizione si concluda nel corso della prossima estate a cavallo tra il secondo e il terzo trimestre fiscale di Dell. Ma nulla è così certo. Ci sono tempi tecnici da rispettare”.
Oggi  è ancora prematuro capire cosa effettivamente accadrà.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota