Il PC rallenta, ma Intel cresce

Il PC rallenta, ma Intel cresce

Nonostante il rallentamento globale del mercato, il volume d’affari di Intel lievita del 10% per un valore complessivo di 14,5 miliardi di dollari

di: Piemme del 15/10/2015 12:23

Enterprise Management
 
Nel terzo trimestre dell’anno sono stati venduti a livello mondiale 73,7 milioni di PC, il 7,7% in meno di quanti se ne sono venduti nell’analogo trimestre 2014 (fonte Gartner). La contrazione delle vendite ha interessato soprattutto il segmento desktop, più positivo invece l’andamento della dimensione notebook. Praticamente nullo l’effetto Windows 10: in questa prima fase il nuovo sistema operativo è stato per lo più oggetto di upgrade.

intel-ceo.jpgBrian Krzanich, CEO di Intel, è tuttavia ottimista: il mercato PC si va stabilizzando mentre aumenta considerevolmente tutta la dimensione tecnologica d’infrastruttura. Affermazione confortata dai risultati di fatturato. Nonostante il rallentamento globale del mercato PC, il volume d’affari di Intel è lievitato del 10% per un valore complessivo di 14,5 miliardi di dollari. Il gigante del silicio diventa più resiliente. Di trimestre in trimestre, riesce meglio a compensare il downsizing del PC.

La dipendenza di Intel dalla dimensione tecnologica del PC si è andata nel tempo riducendo. Se da una parte il fatturato del Client Computing Group ha totalizzato 8,5 miliardi e una perdita del 7%, il business del Data Center Group ha raggiunto i 4,1 miliardi di fatturato con una crescita del 12%. Non da meno le performance di tutto ciò che è associato all’Internet of Things dove l’aumento di fatturato è stato del 10% per un valore di 581 milioni di dollari. La contrazione del fatturato PC viene quindi ben compensata dall’andamento registrato nelle altre aree di business.


pc-market-terzo-trimestre-2015.jpgPer quanto riguarda le quote di mercato dei rispettivi vendor il trimestre conferma la grande concentrazione del business: Lenovo, HP e Dell totalizzano insieme il 52% dell’intero volume. Al primo posto si conferma Lenovo con il 20,3% di share, al secondo HP con il 18,5% e terza Dell con il 13,8%. Quest’ultima società, insieme a Apple, è la sola a incrementare il volume di vendita. Tutti gli altri vendor accusano una contrazione: più lieve quella registrata da Lenovo e HP (-4%), più pesante quella evidenziata di taiwanesi Acer e Asus, che rispettivamente a chiudono il quarter a meno 19,9% e a meno 14%.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota