Mitel, le applicazioni UC si integrano con la collaboration e si aprono al cloud

Mitel, le applicazioni UC si integrano con la collaboration e si aprono al cloud

In Italia con il nuovo brand anche una “nuova” Mitel

di: G.F. del 29/09/2015 19:44

Enterprise Management
 
Le applicazioni UC sono sempre più integrate o offerte insieme ad soluzioni di collaborazione per formare strutture di UCC (Unified Communications and Collaboration) e, in alcuni casi, sono abbinate ad applicazioni di business e flussi di lavoro o sono dedicate a specifici segmenti verticali. Su questa linea tracciata ed esaltata da Gartner in un recente report si colloca la missione di Mitel.
“La nostra mission è fornire ai clienti le soluzioni e gli strumenti più intelligenti e affidabili per comunicare con i loro clienti e partner o tra colleghi”,ha dichiarato infatti Rich McBee, CEO di Mitel, commentando l’inserimento della società nel magic quadrant di Gartner.“Essere riconosciuti con costanza da Gartner come leader nel supportare le aziende per comunicare in modo più intelligente ed efficace, è una conseguenza della fiducia che cerchiamo continuamente di guadagnarci “.
magicmitel.jpg
Fondata nel 1972 a Ottawa (Canada), Mitel Networks è uno dei principali operatori fornitori mondiali di soluzioni di comunicazione unificata per le imprese (UCC). Mitel nel settore Enterprise e Mobile Communication supporta più di 2 miliardi di connessioni business e oltre 2 miliardi di abbonati di telefonia mobile ogni giorno con un fatturato annuo di oltre 1.200 milioni di dollari USA. Quotata alla borsa di New York e a quella di Toronto , Mitel supporta la collaborazione tra le aziende e gli operatori di telefonia mobile per fornire servizi innovativi ai clienti. Grazie ai suoi esperti di comunicazione e innovazione, Mitel serve oltre 60 milioni di aziende in più di 100 paesi e 130 fornitori di servizi mobile, di cui 15 dei migliori 20 operatori di telefonia mobile del mondo.
pettinari-mitel.jpg
Fabio Pettinari , country marketing director di Mitel Italia, ha il compito dello sviluppo del business e dell’affermazione della “nuova “ Mitel ( logo compreso) nel nostro Paese.Mitel in Italia opera storicamente nel settore della Pubblica Amministrazione ( ereditando la base installata di Ericsson Enterprise) e si sta espandendo sempre più in aziende private di medie-grandi dimensioni. Mitel offre soluzioni che permettono agli utenti di comunicare, collaborare e svolgere la propria attività ovunque, su qualsiasi supporto, attraverso il dispositivo preferito. Con 60 milioni di clienti in tutto il mondo, l'azienda offre una vasta gamma di prodotti tra i quali anche dispositivi telefonici per la telefonia su IP, basati su standard open SIP, che garantiscono un'ottima compatibilità con gran parte dei centralini IP, basati su SIP, disponibili sul mercato.

Nella storia di acquisizioni di Mitel il punto saliente si colloca nel novembre 2013, quando Mitel acquista Aastra Technologies (società fondata in Canada nel 1983 e cresciuta con le acquisizioni di Ascom, Matra (EADS Telecom), DeTeWe e Ericsson Enterprise). La mossa più recente riguarda l’acquisizione di Mavenir Systems. I numeri di Mitel indicano una multinazionale che opera in più di 100 Paesi nel mondo:
  • 2.500 partner
  • Oltre 1 milione di postazioni cloud
  • più di 1.600 brevetti
  • fatturato superiore ai 1.100 milioni di dollari .
Le linee di prodotto comprendono le soluzioni (MiVoice) diEnterprise Communication & Collaboration e di Unified Communications.Per le applicazioni di convergenza fisso mobile , Mitel Mobile Client aggiunge i servizi One Number al sistema di comunicazione aziendale . Da segnalare anche una soluzione multi-cella combinata DECT e WiFi Access Point unico per copertura DECT voce professionale + WiFi per PC, smartphone e tablet).
Ma Pettinari segnala anche con orgoglio la collaborazione certificata di Mitel con Microsoft, una partnership molto stretta con Microsoft per le soluzioni di collaborazione e comunicazione che condivide unicamente con Polycom.
Tuttavia gli sviluppi futuri che stanno a cuore a Pettinari prevedono anche che il già ampio portfolio di soluzioni si apra alla virtualizzazione e al cloud in tutte le sue forme , privato, pubblico o ibrido. I servizi di comunicazione via cloud di Mitel sono disponibili con un modello a sottoscrizione, mentre le funzionalità di comunicazione in tempo reale per voce , video e collaboration approdano su telefoni da tavolo, portatili e smartphone. Qui l’alleanza di riferimento è con Vmware. Quella che Pettinari propone al mercato italiano è una Mitel che si rivela “nuova per acquisizioni , brand e strategia”. E si segnala per una copertura uniforme dei mercati globali (Europa e Nord America) che si è realizzata nel 2014 facendo seguito alla fusione Aastra –Mitel.Ma è lo sviluppo del canale indiretto italiano che occupa le più recenti attività di Mitel in Italia che punta anche sulle soluzioni di Contact Center, visto “ non più unicamente come add-on per i sistemi di comunicazione”.Anche con il nuovo brand le singole soluzioni vengono mantenute e supportate. Il modello di approccio la mercato prevede per l’Italia la vendita indiretta per il mercato PMI , mentre il direct touch viene riservato ai large account.
Tag notizia:

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota