La protezione dei dati sensibili in Remosa

La protezione dei dati sensibili in Remosa

Il produttore di valvole per impianti petroliferi ha utilizzato le soluzioni di Raytheon-Websense, migliorando anche il lavoro collaborativo e la crescita di consapevolezza degli utenti.

di: Roberto Bonino del 23/09/2015 16:40

Enterprise Management
 
Remosa è un’azienda nata a Cagliari nel 1955, che ha iniziato a operare nel campo delle sonde di perforazione e poi si è specializzata nelle valvole per impianti petroliferi e nei sistemi di attuazione e controllo.
Le valvole, gli attuatori e le centraline elettro idrauliche di controllo, progettate e realizzate interamente all’interno dell’azienda, sono impiegate da anni nel processo di raffinazione del petrolio negli impianti di tutto il mondo. In questo particolare settore di mercato, Remosa si posiziona fra i principali produttori a livello globale.
Una fondamentale svolta societaria si è compiuta nel 2012, quando Remosa è entrata a far parte del gruppo Imi Plc, multinazionale inglese leader nel settore dell’ingegneria industriale. Di fatto, una realtà nata e cresciuta con logiche tipiche della media azienda italiana, si è integrata in un contesto ben più complesso e strutturato. Imi, infatti, ha un organico complessivo superiore ai 12mila dipendenti, possiede impianti produttivi in oltre venti paesi e produce un fatturato annuo di circa 1.700 milioni di sterline.  

L’evoluzione della protezione di un prezioso patrimonio di dati

Remosa progetta e realizza a tutte le produzioni industriali all'interno, con gruppi di ricerca in remosa---mauro-caddeo.jpgingegneria dedicati. Nel corso degli anni, il patrimonio informativo è notevolmente cresciuto e oggi costituisce il bene più prezioso per l'azienda. "I file di progetto sono custoditi all'interno del nostro data center - sottolinea Mauro Caddeo, Ict manager del gruppo Imi Remosa - ed è per noi fondamentale proteggerli in modo accurato, seppur in un contesto di scambio continuo di informazioni con le altre aziende consociate e anche al nostro interno".
Il passaggio all'interno di una realtà multinazionale ha accelerato l'esigenza di acquisire una soluzione capace, allo stesso tempo, di prevenire sottrazioni o fughe di dati e di regolare gli accessi alle informazioni sensibili, non semplicemente quelle legate allo sviluppo dei prodotti, ma anche quelle di natura commerciale. La necessità di adeguarsi agli standard di sicurezza e di collaborazione del gruppo ha portato in primo piano, anche agli occhi del management, l'importanza del patrimonio custodito nel data center, a beneficio del ruolo di un'It chiamata non solo a proteggere il know-how aziendale, ma anche a contribuire alla definizione dei ruoli e dei privilegi di accesso, allo scopo di garantire, ma anche controllare, il flusso di informazioni scambiate all'interno del gruppo, producendo una reportistica specifica. 
Dopo un’accurata analisi del mercato della sicurezza dei dati, Imi Remosa ha scelto le soluzioni Raytheon-Websense Triton Web e Data Security, contando sul fatto che la combinazione delle due soluzioni avrebbe soddisfatto maggiormente le loro necessità di gestire i rischi. "Prima di procedere in questa direzione - ricorda Caddeo - non disponevamo di un sistema che ci consentisse di effettuare un controllo accurato sul dato e il nostro unico sistema di protezione era legato a permessi di accesso rilasciati per ogni singolo file. La soluzione che ora abbiamo implementato garantisce il monitoraggio costante e dettagliato sugli accessi alle informazioni".
L'adozione di un approccio più strutturato alla gestione dei rischi e le tecnologie adottate di conseguenza hanno contribuito in modo fondamentale a un'evoluzione delle modalità di lavoro sempre più orientata alla logica della condivisione dei file a livello globale, con utenti in grado di connettersi in modo sicuro senza più distinzioni di tempo, luogo e modalità di accesso. 

La prevenzione degli incidenti e delle fughe di dati

L'introduzione di Triton Web e Data Security ha portato vantaggi tangibili sia in termini economici che di efficacia nell'ambito della sicurezza aziendale: "Si tratta di una sorta di assicurazione, che scongiura o mitiga investimenti più importanti in caso di incidenti - prosegue l'Ict manager di Remosa -. Le problematiche generate da eccezioni o da utilizzi scorretti delle postazioni sono notevolmente diminuite".Maggiore attenzione è stata dedicata anche alla prevenzione della fuoruscita incontrollata di dati e informazioni sensibili, in passato foriera di problematiche tipicamente riconducibili al fattore umano. La possibilità di agire sul comportamento di ogni singolo utente garantisce un livello di protezione e riservatezza, che ha consentito di condividere il progetto di implementazione con tutto il management aziendale.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota