Dell Wyse Datacenter per workstation virtuali

Dell Wyse Datacenter per workstation virtuali

Gestione centralizzata delle workstation con provisioning dinamico e personalizzato delle risorse in ambienti di progettazione e grafici.

di: Piero Macrì del 29/05/2015 09:45

Enterprise Management
 
Efficienza e razionalizzazione delle risorse è il mantra che ha contraddistinto iniziative di consolidamento e centralizzazione dei data center attraverso processi di virtualizzazione del back-end, a partire dal layer server per poi estendersi allo storage al networking all’interno di una logica che viene comunemente definita come Software Defined. Ma altrettanti progressi si sono compiuti a livello di front-end portando le risorse IT dalla scrivania al data center.
Stiamo parlando di VDI (Virtual Desktop Infrastructure), ovvero virtualizzazione del desktop con l’obiettivo riuscire e mettere a punto un ambiente centralizzato di grande flessibilità, capace di soddisfare esigenze di dinamicità e automazione del provisioning con criteri di maggiore efficienza rispetto alle modalità di gestione che si sono utilizzate in passato.
I vantaggi di questa architettura sono stati poi traslati non solo a livello di personal computer, ma anche a livello di workstation grafiche. E’ quanto per esempio è oggi in grado di proporre Dell con l’offerta di workstation virtuali e remote basate su Dell Wyse Datacenter, “l’unica soluzione completa con certificazione ISV – affermano in Dell - che permette di sfruttare al meglio le prestazioni delle workstation Dell Precision avvalendosi di una soluzione end-to-end ottimizzata tra i differenti layer - workstation, hypervision, GPU e client - con configurazioni testate e certificate per le applicazioni di classe workstation”.
Ciò significa maggiore efficienza operativa ed economica potenziando allo stesso tempo la forza lavoro e l'IT; permettere agli utenti di avere accesso a una workstation che funziona in background con la possibilità di bilanciare le risorse di una singola macchina tra più utenti, condividendo la potenza elaborativa così come altri servizi, per esempio quello dello storage.
Stessa logica, dunque, che sovrintende la gestione virtualizzata dei server. Nella fattispecie, per quanto riguarda la workstation, significa virtualizzarne le risorse, disaccoppiando l’intelligenza software dall’hardware.
I vantaggi? In primo luogo accessibilità a workspace e dati da una molteplicità di dispositivi, compresi quelli personali, come smartphone e tablet coerentemente a una modalità di funzionamento anywhere from any device allineata a stili di vita lavorativi dove la mobilità diventa un fattore determinante di produttività. Significa per esempio, poter condividere i progetti con i propri clienti e aggiornarli in tempo reale senza dover necessariamente rientrare in ufficio o dover portare con sé una workstation. Le soluzioni messe a punto da Dell rendono possibile configurare il posto di lavoro con connessioni dedicate (one-to-one) o condivise, a seconda delle esigenze e tipologie applicative, appropriate e allineate ai singoli profili di utilizzo. Per il progettista è come avere la propria workstation desktop, ma gestita centralmente in un centro dati. Si può scegliere tra vari dispositivi client per accedere alle applicazioni, spaziando dai zero client e i thin client, ai notebook e ai desktop standard, senza cosi compromettere la potenzialità della visualizzazione in ambiente CAD 3D. Offrono inoltre scalabilità e flessibilità, consentendo alle aziende di aumentare o diminuire le risorse impiegate a seconda dei volumi di lavoro e delle scadenze.
Con il personale che spesso rappresenta il costo maggiore per le aziende, questa è una delle funzionalità che può offrire un tangibile risparmio economico, soprattutto per le piccole e medie imprese che possono contare su budget IT limitati, ma devono espandere e contrarre i carichi di lavoro a seconda delle circostanze.
Con le workstation virtuali, (vedi la virtualizzazione basata su appliance o scarica il PDF) le aziende possono poi usufruire del vantaggio di pagare le licenze delle applicazioni in base all’uso effettivo con il vantaggio di utilizzare l’hardware più conveniente per ciascun singolo utente.
Una singola licenza, in alcuni casi, può essere utilizzata 24 ore al giorno, da più utenti che accedono alle applicazioni in diversi momenti della giornata.
I più importanti vantaggi della soluzione per workstation virtuali e remote di Dell possono essere così sintetizzati:
  • Accesso anywhere, anytime from any device
  • Conservazione dei dati critici all’interno di un centro dati sicuro
  • Accesso basato su policy, condizionato all’ubicazione e al tipo di rete
  • Gestione dei privilegi di accesso
  • Gestione del desktop centralizzata con conseguente risparmio di tempo e di risorse
  • Servizio di backup centralizzato
  • Protezione dei dati e ripristino di emergenza migliorati, con conseguente garanza di continuità di servizio.
  • Maggiore produttività della forza lavoro e maggiore efficienza dell'IT grazie a flussi di lavoro ottimizzati per gli utenti e a una collaborazione e una gestione delle workstation e dei desktop migliorate
Per  maggiori informazioni è possibile cliccare su dell.it /workstation
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota