L'Europa verso il mercato unico digitale

L'Europa verso il mercato unico digitale

La Commissione Europea ha definito un insieme di 16 iniziative destinate a tradurre in realtà i futuri processi di innovazione.

di: Redazione ImpresaCity del 08/05/2015 09:30

Enterprise Management
 
L'Europa intende trarre vantaggio dalla rivoluzione digitale in corso e offrire alle imprese nuove prospettive di sviluppo in questo contesto. L'obiettivo è per il momento assai lontano dalla realtà, dove il Vecchio Continente paga dazio alla maggior intraprendenza dei concorrenti americani. Per recuperare rapidamente terreno, la Commissione Europea si sta muovendo per creare un mercato unico digitale, dando così corpo a una delle proprie più importanti priorità.
La nuova strategia fa leva su 16 iniziative organizzate in tre grandi ambiti, alcuni piuttosto concreti, altri ancora un po' teorici. Gli obiettivi riguardano il miglioramento dell'accesso a beni e servizi digitali in tutta Europa per consumatori e imprese, la creazione di un ambiente propizio e condizioni di concorrenza e per lo sviluppo di reti e servizi digitali innovativi, la massimizzazione del potenziale di crescita dell'economia digitale.
Il primo traguardo si basa sulla definizione di regole orientate a facilitare il commercio elettronico transfrontaliero. Il processo di armonizzazione coinvolgerà i contratti e la protezione dei consumatori che effettuano acquisti on-line. Inoltre dovrà essere assicurato il rispetto di queste regole di protezione in modo accelerato e omogeneo. La Ue dovrà anche intervenire per rendere meno costose le spese di spedizione e, per altro verso, eliminare le pratiche di blocco geografico che oggi diversi operatori dell'e-commerce utilizzano per impedire ai consumatori di accedere a determinati siti sulla base della loro localizzazione.
A queste indicazioni, si aggiungono l'identificazione delle eventuali pratiche anticoncorrenziali nel settore del commercio elettronico nell'Unione Europea e la modernizzazione della legislazione sul diritto d'autore. Infine, verrà esaminata la direttiva su cavi e satelliti per valutare l'estensione alle trasmissioni on-line di organismi di radio diffusione e sì predisporranno misure per ridurre i costi amministrativi imposti alle imprese da differenti regimi di imposizione sul valore aggiunto tra i vari paesi dell'Ue.
La creazione di un ambiente propizio allo sviluppo di reti e servizi digitali dovrà passare, invece, per la revisione della regolamentazione in materia di telecomunicazioni, allo scopo di assicurare un coordinamento più efficace dello spettro radioelettrico e prevedere criteri comuni per l'assegnazione delle frequenze su scala nazionale. Sarà anche riesaminato lo scenario dei media audiovisivi per adattarli al sicuro in corso e definire il ruolo dei differenti attori del mercato nella promozione delle opere europee. Sempre nello stesso contesto, si colloca la volontà di effettuare un'analisi dettagliata del ruolo delle piattaforme on-line del mercato, per far emergere questioni che possano riguardare l'assenza di trasparenza nei risultati di ricerca o di disomogeneità delle politiche tariffarie o ancora di esaminare le modalità di lotta contro i contenuti illeciti presenti su Internet.
Il rafforzamento della sicurezza dei servizi digitali è un altro punto esaminato, sia per quanto riguarda le informazioni personali sia nell'ottica di creare una partnership con l'industria privata nell'ambito della cybersecurity.
La massimizzazione del potenziale di crescita dell'economia digitale farà leva su un'iniziativa europea in favore della libera circolazione dei dati all'interno dell'Unione. Inoltre saranno definite le priorità in materia di norme e di interoperabilità nei contesti cruciali per il mercato digitale unico e si procederà per favorire una società digitale nella quale i cittadini posseggano le competenze necessarie per trarre vantaggio dalle possibilità che offre Internet soprattutto nella ricerca di posti di lavoro.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota