Il futuro di Radware passa per il canale e il cloud

Il futuro di Radware passa per il canale e il cloud

Archiviato un positivo 2014, l’azienda guarda avanti, puntando a rafforzare la presenza in Italia con un portafoglio più esteso e l’integrazione di nuovi partner.

di: Roberto Bonino del 31/03/2015 09:15

Enterprise Management
 
La sicurezza rappresenta una delle grandi priorità per le aziende, ma chi la vende deve sapersi presentare con un’adeguata credibilità, utile per garantire una protezione estesa a sistemi e applicazioni business-critical.
Radware
può affermare di aver raggiunto lo scopo, visto che ha appena archiviato un anno fiscale 2014 chiuso con un incremento globale del 15% nelle vendite: “Le nostre soluzioni di sicurezza informatica e application delivery non solo assicurano massime prestazioni – ha commentato Alberto Prandini, regional director per Italia, Grecia e Cipro – ma solo scalabili e integrate da servizi utili a trovare la miglior configurazione per ogni cliente. La nostra competenza ci ha consentito anche lo scorso anno di allinearci rapidamente a richieste concentrate soprattutto nella protezione da attacchi Ddos e continuità del servizio”.
La società, che ha sede centrale in Israele, ha già pianificato attività di rafforzamento sul mercato italiano, sia in termini di offerta che di presenza territoriale. Un’attenzione particolare sarà dedicata alla diffusione della mobility, piuttosto consistente da noi, soprattutto grazie alla crescente accettazione del Byod come logica di utilizzo dei dispositivi: “Abbiamo sempre garantito la massima sicurezza a chi lavora in ufficio e ora vogliamo fare altrettanto nell’era del lavoro mobile”, ha sottolineato Prandini.
L’altra significativa evoluzione dell’offerta è rappresentata dall’allargamento dell’offerta in direzione del cloud computing, per offrire modalità di fruizione più flessibile ai clienti, ma consentire loro (soprattutto nel caso di carrier e realtà con importanti data center) di rivendere una soluzione anche come servizio.
Quella del cloud è una delle strade utili anche per rafforzare il portafoglio d’offerta del canale, che Radware intende potenziare significativamente in Italia quest’anno: “Oggi abbiamo rapporti con una quindicina di partner – ha illustrato il channel manager Nicola Cavallinama ne arriveranno altri già a breve termine. Abbiamo studiato un nuovo Partner Portal per agevolare l’interscambio di informazioni e offriamo servizi completi di formazione, protezione delle vendite, supporto professionale e promozioni dedicate”.
In Italia Radware vanta una presenza rilevante in mercati come il finance, le telecomunicazioni, la Pubblica Amministrazione e le aziende che lavorano molto online (e-commerce, gaming). Pur in un contesto dove l’Europa paga la lentezza nell’uscita dalla crisi economica, il nostro Paese si colloca al terzo posto per volume d’affari generato.
Fra le novità tecnologiche introdotte di recente dal costruttore isrealiano, troviamo il gateway per connessioni Wan LinkProof Ng e una piattaforma per la protezione dagli attacchi che offre fino a 300 Gbps di capacità operativa.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota