Oltre sei mesi per accorgersi di un attacco informatico

Oltre sei mesi per accorgersi di un attacco informatico

In base a quanto misurato da FireEye, occorrono mediamente 205 giorni a un’impresa per capire di aver subito un’intrusione nei propri sistemi.

di: Redazione ImpresaCity del 30/03/2015 11:30

Enterprise Management
 
L’informazione è cruciale in tema di sicurezza informatica. Ma nelle imprese sembra che gli attacchi si diffondano in una sorta di silenzio assordante. La reattività è una delle grandi pecche, oggi, almeno stando a un rapporto pubblicato da FireEye.
Lo studio misura in una media di 205 giorni il tempo necessario a un’azienda per accorgersi di un attacco o intrusione. Essendo una media, se ne desume che ci sono realtà più rapide, ma anche altre particolarmente lente nelle reazioni. FireEye cita il caso limite di un’impresa dove una falla è rimasta attiva per 2.982 giorni senza che alcuno se ne accorgesse.
Visti i rischi generati dagli attacchi, questi tempi appaiono stupefacenti. Come lo è il fatto che nel 69% dei casi non è una risorsa interna a dare l’allarme, bensì un attore terzo, tipicamente in presenza di un audit sulla sicurezza.
La diffusione mediatica delle notizie su alcuni attacchi clamorosi ha contribuito a una certa presa di coscienza, se pensiamo che nel 2012 il tempo di reazione medio era stato misurato in 243 giorni.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota