Symantec resuscita il marchio Veritas

Symantec resuscita il marchio Veritas

Dando corso all’annunciato intento di separare i business della sicurezza e dello storage, per quest’ultimo sarà utilizzato il nome dell’azienda acquisita dieci anni fa.

di: Redazione ImpresaCity del 30/01/2015 14:20

Enterprise Management
 
Nello scorso ottobre, Symantec aveva annunciato l’intenzione di dividere le attività legate alla sicurezza da quelle di gestione delle informazioni, creando due entità anche giuridicamente distinte. Il brand Symantec continuerà a integrare tutto quanto ha a che fare con la sicurezza, mentre la componente storage riporterà in auge il nome Veritas, azienda acquisita poco più di dieci anni fa, ma con ancora un certo grado di notorietà nel mondo dei data center.
Nessun nuovo brand dunque, ma la riproposta di un nome conosciuto, seppure con un logo dalla rinnovata veste grafica. In origine, Veritas era scritto in bianco su fondo nero, mentre ora sarà scritto in rosso su fondo bianco e con un lettering decisamente più arrotondato, per dare l’idea che la nuova realtà sarà comunque trasformata rispetto alle origini.
Veritas dovrebbe possedere un giro d’affari di circa 2.5 miliardi di dollari, ovvero mezzo miliardo in più di quanto valeva nel 2004. All’epoca, tuttavia, Symantec aveva un proprio business nel backup, oggi incorporato nella nuova entità. In sostanza, l’acquisizione non ha portato molti benefici allo specialista di sicurezza, creando nuove opportunità solamente nello sviluppo della appliance all-in-one.
Probabile anche un cambio al vertice, poiché John Gannon, che ha diretto la divisione di gestione delle informazioni negli ultimi anni (dopo esperienze in Hp e Quantum) ha oggi 68 anni e forse occorre un’immagine di svecchiamento che parte dal vertice per rilanciare Veritas.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota