Praim, il Thin Client diventa una workstation

Praim, il Thin Client diventa una workstation

I nuovi sistemi di Praim permettono di estendere l’utilizzo del Thin Client in uno scenario applicativo sempre più eterogeneo

di: Redazione del 25/11/2014 12:10

Enterprise Management
 
L’affermazione di un digital wokplace, ovvero di un ambiente client centralizzato, personalizzale sotto il profilo del singolo utilizzatore attraverso una pluralità di device - desktop, portatili e tecnologia di nuova generazione, come tablet e convertibili - va di pari passo con la ricerca di sistemi in grado di sfruttare al massimo una logica di provisioning one-to-many che sottindende il nuovo paradigma informatico. E’ la risposta che si è riusciti a dare impostando una infrastruttura client virtualizzata, diventata ormai un’opzione tecnologicamente matura e ampiamente utilizzabile in contesti informativi di ogni ordine e grado.
Il thin client, una volta inteso come soluzione destinata a sostituire il desktop laddove l’operatività contemplava lo svolgimento di ordinarie e ripetitive attività, tipicamente come client destinato ad assecondare procedure esecutive, vedi client di ambienti di sportello, ha acquisito nel tempo una flessibilità operativa tale da porsi come alternativa al PC desktop in uno scenario applicativo sempre più eterogeneo.
Per molti la scelta del client aziendale si pone oggi come scelta tra PC fisico e PC virtuale. Assicurando l’indipendenza applicativa dalla singola tecnologia hardware, la logica del digital workplace, permette infatti di superare criticità intrinseche del desktop tradizionale, incorporando funzionalità che lo rendono strumento operativo elettivo anche in contesti del tutto diversi da quelli inizialmente indirizzati, general purpose e non.
Da una parte la progressione tecnologica del desktop virtuale, dall’altra la maggiore sofisticazione del firmware a livello di singolo thin client hanno fatto sì che su questo tipo di tecnologia e di device si potessero realizzare soluzioni in grado di garantire performance una volta inimmaginabili. E’ quanto, per esempio, è riuscita a realizzare Praim, leader e produttore globale di soluzioni Thin & Zero Client, grazie all’introduzione di una nuova versione del firmware ThinOX per i modelli I9010 e I9050 della linea Ino SoC Series, certificati Citrix HDX Ready.
La gamma Praim Ino SoC è progettata per offrire le massime prestazioni in ambienti Citrix HDX e rappresenta la migliore soluzione Zero Client per gli ambienti Citrix XenDesktop, XenApp o VDI-in-a-Box oggi presente sul mercato. Questi Thin Client consentono l’accesso ad infrastrutture di desktop virtuali con elevate prestazioni multimediali.
Con consumi elettrici ridotti al minimo, le soluzioni Ino SoC hanno dimensioni ultra compatte e sono i più piccoli Thin Client System-on-Chip disponibili, in grado di assicurare alta affidabilità e una semplice gestione remota tramite la console ThinMan. Con l’integrazione del nuovo firmware, i modelli Praim I9010 ed I9050 riescono a sfruttare a livello hardware le accelerazioni grafiche del Citrix HDX H.264 Enhanced SuperCodec o JPEG per offrire una user experience di livellosuperiore, e ottimizzando l’uso della banda. Tale caratteristica, di conseguenza, consente un utilizzo ideale in reti WAN.
Con il pieno supporto della tecnologia HDX 3D e HDX 3D Pro, questi modelli permettono inoltre di fornire una soluzione endpoint in grado di visualizzare contenuti di rendering grafici 3D e applicazioni di tipo CAD a risoluzione full HD e di garantire prestazioni pari a potenti workstation grafiche. Le soluzioni Ino SoC non sono solo ottimi terminali per la grafica 3D: grazie ai costi decisamente contenuti e il pieno supporto Citrix HDX, possono essere utilizzati come postazione di lavoro in molteplici contesti, permettendo di visualizzare in modo fluido qualsiasi tipologia di contenuto multimediale e di utilizzare anche periferiche USB, comprese le Webcam.
Ino SoC Series, infine, è l’unico Thin Client ARM System-on-Chip con supporto dual monitor DVI nativo presente sul mercato, con il quale è possibile creare postazioni dual monitor con risoluzioni fino a 1920×1200 full HD, dalle prestazioni estremamente performanti ed efficienti. “Con il supporto del nuovo firmware ThinOX v9.5 – dichiara Stefano Bonmassar, Chief Sales & Marketing Officer di Praim – puntiamo ad incrementare ulteriormente la penetrazione sul mercato con soluzioni ancora più competitive, sia in termini di costi, sia di performance. I Thin Client Ino Soc possono conquistare nuovi segmenti di utenza, che lavorano quotidianamente con programmi di grafica e rendering 3D e hanno bisogno di prestazioni di altissimo livello, con un investimento contenuto. Rinnoviamo quindi la nostra disponibilità a supportare i clienti nella scelta della soluzione più adatta a soddisfare le loro esigenze e ottenere un’esperienza utente straordinaria.”
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota