Intel, +8% grazie a PC e server

Intel, +8% grazie a PC e server

Nel terzo quarter dell'anno il fatturato PC cresce dell'8.9% mentre la tecnologia a supporto di server e data center aumenta del 16% (

di: Pm del 16/10/2014 10:11

Enterprise Management
 
Buone prospettive per il business del PC, quanto meno in casa intel. La società americana prevede di chiudere l'ultimo tirimestre 2014 con un fatturato di 14,7 miliardi di dollari, meglio di quanto  stimato in precedenza dagli analisti.
Il driver di spesa, affermano in Intel, è soprattutto trainato dagli investimenti mirati a rinnovare l'installato PC basato su versioni di Windows pregresse. Tuttavia, a fronte di un aumento del fatturato Intel, il volume di vendite PC a livello globale è negativo. Nel terzo trimestre IDC dichiara che il calo mondiale in termini di unità è stato dell'1,7%.
Un altro driver di spesa che contribuisce a generare nuovo fatturato per Intel è il fronte del data center che si va conslidando ed estendendo per gestire la modalità IT as a service su cui stanno  convergendo molte aziende.
Le stime per il trimestre corrente sono confortate dai risultati del terzo trimestre, periodo nel quale il gigante del silicio ha acquisito un surplus di fatturato dell'ordine del 7,9% rispetto all'analogo quarter 2013, per un giro d'affari complessivo di 14,6 miliardi di dollari. Positivi risultati  che si accompagnano a apprezzamento della profittabilità con utili in aumento del 12%.
In base a quanto affermato dagli analisti, l'80% delle attuali vendite di PC, è saldamente in mano a Intel. Il processore Intel continua quindi a essere l'engine per antonomasia di desktop e notebook. Circa il 60% del fatturato Intel è ascrivibile alla divisione PC, 9,19 miliardi +'8.9%, mentre il 25% circa deriva dalla vendita di tecnologia a supporto dei server che registra nel terzo quarter un aumento del 16% (3,7 billion dollar).
Il business del mobile non è invece ancora pienamente decollato e non porta nelle casse Intel un fatturato significativo. Gli investimenti sinora fatti per riuscire a posizionarsi in questo mercato si tradurranno in reali vantaggi nel medio e lungo periodo.
Buone le prospettive alimentate dall'Internet of Things, relative a processori associati a device intelligenti nel mondo del retail e dell'industria così come tutto ciò associato alle Smart City e Smart-Home. Nell'ultimo trimestre questo business ha generato per Intel un fatturato di 530 milioni di dollari.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota