Ibm rifà il trucco ai mainframe

Ibm rifà il trucco ai mainframe

In coincidenza con il cinquantennale della piattaforma, Big Blue ha voluto ribadirne il suo ruolo per il futuro, con novità in ambito cloud, storage e big data.

di: Redazione Impresa City del 11/04/2014 09:10

Enterprise Management
 
Più o meno in linea con il cinquantesimo anniversario della nascita dei System/360, Ibm ha voluto ribadire come veda nel mainframe una piattaforma proiettata nel futuro. Lo testimoniano novità come una versione packaged per il cloud, tariffe in calo per l’elaborazione di dati provenienti dalla mobility, unità storage Flash Ds8870 con prestazioni di quattro volte superiori ai dischi Ssd e una versione propria di Hadoop, denominata zDoop.
Il modello più recente prodotto da Ibm è lo zEnterprise System Bc12. La versione Enterprise Cloud viene ora rilasciata con il software di orchestrazione Wave e blade Ifl che eseguono fino a 6mila macchine virtuali Linux. La configurazione prevede anche l’installazione dello strato software OpenStack. In questo modo, il mainframe potrebbe diventare un’opzione interessante anche per i cloud provider e i loro data center in crescita.
Il prossimo agosto dovrebbe essere lanciata la nuova generazione z13, ma per il momento non sono trapelate anticipazioni ufficiali sulle caratteristiche dei prodotti. Qualche indiscrezione proveniente dagli ambienti tecnici interni, lascia pensare che potrebbero essere integrate funzioni “cognitive”, soprattutto per indirizzare le macchine verso le Pubbliche Amministrazioni, per agevolare i processi di autenticazione dei cittadini. Dovrebbero essere previsti anche circuiti ottici ed elaborazioni ancor più parallelizzate, secondo la via già indicata dai server Unix di Ibm con processori Power.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota