SDN in logica Extreme

SDN in logica Extreme

Un’architettura di rete Software Defined che permette gestione centralizzata per supportare nuove generazioni di data center e soluzioni di mobilità

di: Pm del 08/04/2014 18:03

Enterprise Management
 
Extreme Networks conferma la sua attitudine extreme nell’approccio al networking mettendo a punto un’architettura di rete Software Defined che permette gestione centralizzata per supportare nuove generazioni di data center e soluzioni di mobilità. Queste ultime possono oggi contare su tecnologia di accesso Wi-Fi ad alte prestazioni, ora aggiornate all’emergente standard 802.11ac.
Il fornitore di networking è stato il primo ad arrivare sul mercato, nel 1996, con uno swith Gigabit Ethernet. Tempi ormai lontani se si pensa che in questi giorni Extreme ha introdotto schede 100 Gigabit a supporto della propria storica linea BlackDiamond dedicata al data center. “La logica che muove l’evoluzione della tecnologia è assicurare l’esperienza utente in una nuova dimensione di networking, dove l’articolazione e declinazione del provisioning deve essere coerente e omogenea con nuove applicazioni associate a un utilizzo anywhere on any-device così come a una ottimizzazione complessiva dell’infrastruttura di data center, afferma Renato Ghizzoni, Country Manager Italy. Non più la gestione della rete per la rete, ma la gestione in relazione alle mutevoli e complesse esigenze applicative”.
Ecco, quindi, la disponibilità di NetSight 6.0 per il provisioning automatizzato di infrastrutture multi hypervisor, siano esse Vmware, Microsoft o Citrix based, così come l’integrazione di Purview, software di Application Analytics di recente acquisizione che fornisce intelligenza Layer 7 alle applicazioni consentendo di prendere decisioni rapide che possano ottimizzare le business performance.
La rete è oggi un elemento fondamentale per rendere le imprese sempre più mobili e social. Di conseguenza, dice Ghizzoni, i reparti IT dovrebbero fare tutto quanto il possibile per garantire, sempre, ai propri utenti la migliore customer experience”. “Con questa nuova architettura - aggiunge Gianluca De Risi, Technical Manager - si è compiuto un passo avanti per supportare le aziende nel rispondere pienamente a questo obiettivo, grazie alla perfetta combinazione di funzioni di visibilità, analisi e gestione delle policy internet, in aggiunta alle infrastrutture ad alte prestazioni per reti cablate e wireless. Queste soluzioni – conclude Ghizzoni - sono progettate per fornire l’intelligenza, le prestazioni e al semplicità operativa necessaria per gestire gli ambienti aziendali”.
Forte della recente acquisizione di Entarasys Networks, avvenuta lo scorso settembre per una cifra del valore di 180 milioni di dollari cash, Extreme si trova oggi nella posizione di potere consolidare ed estendere il business aiutando i clienti a modernizzare le infrastrutture con tecnologie coerenti con le esigenze attuali. Da Enterasys eredita la tecnologia Wi-Fi con la quale il vendor è oggi fornitore ufficiale della National Football Team per la Lega e il SuperBowl. Al fatturato Extreme, di quasi 300 milioni di dollari nel 2013, si aggiunge ora il valore di Enterasys, più o meno dello stesso ordine di grandezza, che porta la nuova compagine tecnologica a ripartire da un potenziale di fatturato di 600 milioni di dollari.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota