Il Crm può aiutare anche contro le insolvenze

Il Crm può aiutare anche contro le insolvenze

Sviluppato sulla piattaforma Dynamics di Microsoft, Crm RiskRating nasce dalla collaborazione fra Infonet e Pentalab.

di: Redazione Impresa City del 06/03/2014 17:24

Enterprise Management
 
La perdurante situazione di difficoltà economica e le politiche restrittive messe in atto dalle banche sull’accesso al credito aumentano sensibilmente il rischio di insolvenze. L’ufficio studi di Infonet, realtà che opera nel campo dei servizi di business & credit information, ha stimato che oltre il 70% delle imprese italiane soffre di problemi di liquidità a causa dei ritardi negli incassi e oltre il 55% non rispetta i termini di pagamento.
In un contesto di costante incertezza, un adeguato processo di gestione del credito dovrebbe consentire a ogni azienda di determinare ex-ante il rischio collegato a un determinato cliente, al fine di attivare preventivamente adeguate contromisure per finalizzare l’ordine. Su questa base, Infonet e la società di consulenza Pentalab hanno avviato una collaborazione, che ha portato alla creazione di Crm RiskRating.
L’applicativo è stato sviluppato sulla piattaforma Dynamics Crm di Microsoft, aggiungendo soprattutto un sistema di analisi del rischio, che permette di ricavare rapidamente il grado di affidabilità di un cliente. Una volta digitata la ragione sociale di interesse, lo strumento si collega alla banca dati di Infocamere, scarica l’intera anagrafica e fa comparire un indicatore grafico, che indica il livello di rischiosità del soggetto analizzato. Qualora il colore dell’indicatore fosse giallo o rosso, è possibile richiedere un Rapporto Impresa Infonet, cliccando sull’apposito pulsante.
Crm Riskrating permette così di focalizzare, già in fase di preventivazione, l’attività commerciale verso i soli clienti affidabili. In secondo luogo migliora la collaborazione interna tra l’area vendite e quella crediti e, infine, consente di ottimizzare le risorse per la promozione e il marketing.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota