Pronta la versione beta di Red Hat Enterprise Linux 6.5

Pronta la versione beta di Red Hat Enterprise Linux 6.5

Diverse novità caratterizzano l’ultima versione, ora disponibile per i test, della distribuzione Linux. Semplificazione e scalabilità le parole d’ordine.

di: Redazione Impresa City del 10/10/2013 16:08

Enterprise Management
 
Red Hat ha appena rilasciato la versione betta della release 6.5 del proprio Enterprise Linux (Rhel 6.5), che offre numerose migliorie all’insegna della semplificazione del controllo di ambienti complessi, della scalabilità e della sicurezza.
Fra le altre novità, si segnalano l’automazione delle configurazioni per le implementazioni degli ambienti Sap, il nuovo algoritmo di compressione Lzo (per creare più rapidamente file di recupero in presenza di crash dei sistemi) e un subscription manager ridisegnato per migliorare l’utilizzo del Red Hat Customer Portal.
Gli utenti di sistemi storage enterprise potranno beneficiare di miglioramenti nel controllo e nel recovery in ambienti San iScsi e Fiber Channel, mentre sul fronte della virtualizzazione si segnala che il Kvm (Kernel Virtual Machine) Red hat può servire cone client verso file system Gluster e Red Hat Storage.
Sono previste migliorie anche nell’ambito della sicurezza, con la disponibilità di un data store unico per Network Security Services. GnuTls, OpenSsl e Java, nonché la disponibilità dell’autenticazione con smart card in single sign-on. Per gli utenti desktop, viene esteso il supporto a Windows 7 e 8, oltre che a Windows Server 2012, con il protocollo Rdp.
La versione beta di Rhel 6.5 è già disponibile per i clienti, mentre non è ancora stata ufficializzata la data di rilascio, anche se è probabile l’annuncio entro fine anno. Per la nuova major release 7, invece, si parla della metà del 2014.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota