Anche i fallimenti aiutano a migliorare l’agilità dell’It

Anche i fallimenti aiutano a migliorare l’agilità dell’It

Secondo un’analisi di Gartner, accettare un certo tasso di insuccesso nei progetti aiuta le imprese a diventare efficaci più rapidamente.

di: Redazione Impresa City del 21/05/2013 10:18

Enterprise Management
 
Secondo Gartner, le attuali pratiche in materia di gestione del portafoglio di progetti non rispondono alle esigenze del periodo. Le continue pressioni sui costi, infatti, agiscono negativamente sui responsabili dell’It, impedendo di analizzare le risposte migliori alle richieste che arrivano dalle linee di business e sovraccaricano strutture già ridotte all’osso. Gli analisti stimano che, da qui al 2016, un tasso di insuccesso dei progetti compreso fra il 20 e il 28% diventerà la norma che le organizzazioni saranno costrette ad accettare. 
Avendo il coraggio di accettare il fallimento e passare oltre, porta le imprese a minimizzare le perdite, imparare dai propri errori e rendere l’organizzazione più efficace in tempi più rapidi. Gli esperti di Gartner stimano che i dirigenti d’azienda che accettano tassi di fallimento dei progetti It fra il 20 e il 28% consentono alle loro imprese di diventare rapidamente più agili, poiché autorizzano un certo livello di sperimentazione e offrono la possibilità di verificare l’insuccesso al momento opportuno nel corso dello sviluppo.
Naturalmente, l’adozione di un simile approccio avrà ripercussioni sul modo in cui saranno allocati e gestiti i budget. I fornitori di servizi professionali risponderanno alla maggior parte delle esigenze di cambiamento, ma Gartner prevede che la domanda potrà sopravanzare l’offerta, rendendo chiari più rapidamente i vantaggio dell’accettazione dell’insuccesso.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota