Il PaaS Agile di Software Ag

Il PaaS Agile di Software Ag

Mettendo a frutto l’acquisizione di LongJump, il vendor tedesco ha iniziato a proporre il primo mattone dell’offerta cloud, che però si completerà nel 2014.

di: Roberto Bonino del 16/05/2013 18:46

Enterprise Management
 
Software Ag si aggiunge all’arena dei contendenti del mercato PaaS. Il passaggio è la naturale conseguenze di un ampliamento nato da acquisizioni come quelle di Terracotta e LongJump, quest’ultima annunciata  nello scorso aprile.
software-ag---davico.jpgLa combinazione di alcune tecnologie già presenti in portafoglio e di quelle acquisite ha portato alla formulazione dell’offerta Software Ag Live: “Per questa via - spiega Augusto Davico, vicepresidente country representative della società – l’insieme delle applicazioni oggi presenti in modalità on premise sul mercato sarà disponibile anche via cloud. Non intendiamo sostituire nulla di quanto abbiamo già, ma estendere e unificare lo sviluppo applicativo, la modellazione dei processi e l’integrazione in un ambiente ibrido, cloud e on premise”.
L’arrivo dell’offerta PaaS, in realtà, era attesa da oltre un anno. La creazione di una piattaforma as-a-service, che dovrà costituire uno dei pilastri della strategia cloud del vendor tedesco, è stata preparata con la citata acquisizione di Terracotta e della sua tecnologia in-memory. Le problematiche connesse alla crescita nel volume dei dati e della mobilità si sono aggiunte nel corso dello sviluppo. L’ultima e decisiva accelerazione è arrivata con l’integrazione di LongJump, che ha fornito gli strumenti di base per la messa a punto del primo mattone di Software Ag Live, ovvero AgileApps Live. Questa tecnologia consente ai manager di sviluppare applicazioni orientate ai processi, attraverso un’interfaccia Web di semplice comprensione, allo scopo di accelerare i cicli di sviluppo: “E dar loro la possibilità di adattarsi al contesto in continuo mutamento – precisa Davico -. La componente PaaS consente poi di creare applicazioni pronte all’uso su terminali mobili o per i social media”.
Come accennato, AgileApps è il primo componente di Software Ag Live. A seguire, arriveranno Process Live (gestione dei processi verticali) e Integration Live (gestione delle problematiche di integrazione. Alla fine, anche le soluzioni Aris Business Process Analysis e WebMethods Integration Server saranno integrate nell’ambiente cloud. Il problema è che questo scenario si completerà soltanto il prossimo anno e intanto si rafforzeranno concorrenti come Oracle, Ibm, Salesforce.com e Pivotal (quest’ultima appena creata da Emc).
Process Live, in ogni caso, permetterà di modificare i processi verticali di un’azienda in modalità cloud e in un contesto collaborativo. La tecnologia propone funzioni di modellazione e documentazione dei processi, mentre l’esecuzione potrà essere assicurata via LongJump o WebMethods: “Questa componente esternalizza l’infrastruttura per i processi – aggiunge Francesco Maselli, direttore tecnico di Software Ag Italia – riprendendo di fatto quanto già proposto con Aris e indirizzato soprattutto alle direzioni funzionali”.
L’ultima parte di Software Ag Live, Integration Live, è la versione SaaS di WebMethods Integration Server e consente di costruire gateway fra servizi cloud /come Salesforce, per esempio) o fra questi e soluzioni on premise, in un ambiente ibrido. La tecnologia contiene CloudStream, un meta-adattatore che permette di connettersi in modo semplice alle applicazioni SaaS.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota