Emc World, svelate le prime carte

Emc World, svelate le prime carte

A pochi giorni dall’apertura di Emc World a Las Vegas, Emc presenta alcune novità tecnologiche. A cui ne faranno seguito altre nel corso dell’evento.

di: Redazione ImpresaCity del 02/05/2013 14:41

Enterprise Management
 
In attesa di alzare il sipario sul prossimo Emc World di scena a Las Vegas dal 6 al 9 maggio prossimo, Emc inizia a dare alcune anticipazioni.
Tra le novità: maggior protezione dei dati per i data center mission critical attraverso Vmax e Vplex e novità relative al Recovery Point 4.0.
Oggi, molti data center mission-critical affidano a Emc i loro dati più sensibili: il 94% delle aziende appartenenti alla classifica Fortune 50 e il 90% delle 20 banche più grandi per oltre il 99,999% del tempo di funzionamento. Con la nuova integrazione di Srdf e RecoverPoint 4.0, Vmax si pone come piattaforma storage tier 1 in grado di offrire simultaneamente una costante protezione dei dati e delle copie remote sulla stessa Lun (Logical Unit Number). Così operando i clienti possono rivedere gli errori operativi e, nel contempo, ovviare ai guasti fisici, lavorando sugli stessi dati. Prima di questo annuncio, i clienti potevano già utilizzare Srdf e RecoverPoint sullo stesso sistema VMax, ma non all’interno dello stesso volume. Questa novità consente a Emc di integrare le due tecnologie di continuità per semplificare la protezione dati all’interno dei data center.
Tra le altre novità rientra l'ulteriore potenziamento di RecoverPoint 4.0, in grado, di offrire ancora maggiore scalabilità, flessibilità e capacità per la difesa delle applicazioni mission-critical.
La nuova versione può proteggere un numero di dati sette volte maggiore, di quadruplicare il numero di volumi protetti fino a oltre 8000 volumi per cluster, e di offre una capacità di trasmissione asincrona che si posiziona al di sopra del 60% fino a 400 MB/secondo.
Quest’anno RecoveryPoint supererà le 100 milioni di ore di attività, con la protezione di oltre 800 Petabyte di informazioni mission-critical appartenenti ai clienti di Emc. Con la versione 4.0, Emc offre un nuovo software progettato esclusivamente per lo Unified Storage di Emx Vnx, che  consente ai clienti Vnx di implementare RecoverPoint sulle infrastrutture già esistenti, massimizzandole e generano risparmi del 60% sugli investimenti legati alla duplicazione.
Non ultimo, il fatto che Emc sta per rilasciare il nuovo modello di licenza frame-based Vplex – in grado di generare risparmi di oltre il 50% sugli investimenti Vplex. Caratterizzato da un forte tasso di adozione nei tre anni successivi al lancio sul mercato, VPlex offre una costante disponibilità degli ambienti applicativi mission-critical. Con il nuovo modello di licenza frame based, Emc punta a estendere queste caratteristiche a un audience sempre maggiore di aziende di medie dimensioni.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota