GFI EndPointSecurity 2013 protegge la rete da furti e intrusioni

GFI EndPointSecurity 2013 protegge la rete da furti e intrusioni

GFI EndPointSecurity 2013 è un potente pacchetto per la protezione della rete aziendale, dotato di versatili algoritmi di ricerca e neutralizzazione delle minacce.

di: Daniele Preda del 20/03/2013 12:35

Enterprise Management
 
GFI Software rilascia la release EndPointSecurity 2013 per la protezione dei sistemi da attacchi remoti, violazioni dei dati e intrusioni malevole. Il sistema vanta un’evoluta piattaforma di controllo, che consente agli amministratori IT di monitorare costantemente lo stato dei differenti terminali in rete e di identificare comportamenti sospetti e a rischio di perdita dati.
Per effettuare stime e valutare i rischi, GFI EndPointSecurity 2013 sfrutta funzionalità di “Risk Assessment” e attività di scansione intelligente “Data Awareness”. 
protezione-da-furti-e-intrusioni-con-gfi-endpoints-1.jpgIn questo modo è possibile rilevare tentativi di intrusione e di furto di dati sensibili, come i numeri delle carte di credito e documentazione privata di diverso tipo. Il sistema di filtraggio si occupa di verificare il transito verso un eventuale dispositivo esterno, come smartphone o pendrive USB, segnale che potrebbe sottintendere un tentativo di trafugamento delle informazioni.
In caso di spostamento di file attraverso un endpoint, il motore di Data Awareness avvia immediatamente una scansione, per individuare la presenza di dati sensibili e informazioni riservate.
protezione-da-furti-e-intrusioni-con-gfi-endpoints-2.jpgL'engine può rilevare eventuali informazioni la cui perdita può portare a violazioni delle norme di conformità, come l'Health Insurance Portability e Accountability Act (HIPAA), Sarbanes-Oxley (SOX) e Payment Card Industry (PCI).
Successivamente, l’attività interna della suite di protezione prevede l’analisi delle variabili, dall’attività degli endpoint, al livello di rischio e al tipo di dispositivo. In seguito viene perciò stilata una “classifica” del livello di rischio per ciascun endpoint ed un livello di rischio globale per la rete.
Se un documento contiene informazioni che corrispondono a quelle preconfigurate nei modelli standard di riferimento, il file viene bloccato e l'amministratore di rete allertato. 
protezione-da-furti-e-intrusioni-con-gfi-endpoints-3.jpgGFI EndPointSecurity 2013 è in grado di supportare Windows 8 e Windows Server 2012,consentendo agli amministratori IT di gestire centralmente i loro endpoint e l’intero ambiente.
La dashboard dedicata permette di accedere alle informazioni pertinenti in modo visivo e rapido, suggerendo le azioni più opportune per incrementare la protezione e le operazioni più consuete.
Le attività possibili, l’accesso al monitor, la reportistica e la sicurezza, sono operazioni gestite attraverso un componente automaticamente caricato su tutti i dispositivi Windows. In questo modo GFI è in grado di assicurare protezione mirata e localizzata, per una puntuale risoluzione dei problemi.
protezione-da-furti-e-intrusioni-con-gfi-endpoints-4.jpgI controlli sugli accessi possono essere  effettuati per utente, per gruppo di lavoro, per dominio o anche per dispositivo, mentre l'accesso e le autorizzazioni possono essere abilitati in via temporanea o permanente, e modificate “on-the-fly” per garantire che i dispositivi non autorizzati.
GFI EndPointSecurity 2013 è disponibile attraverso i rivenditori autorizzati GFI, i pacchetti di licenze hanno prezzi a partire da 26,25 USD per 10/24 postazioni.

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota