Non c’è crisi per lo storage su disco

Non c’è crisi per lo storage su disco

Idc rileva una crescita del 2,3% nel quarto trimestre dello scorso anno. Emc resta leader di mercato.

di: Redazione Impresa City del 14/03/2013 11:00

Enterprise Management
 
Prosegue il trend positivo per il mercato dello storage. Prendendo in considerazione i sistemi esterni su disco, Idc ha stimato un valore complessivo di 6,7 miliardi di dollari per il quarto trimestre del 2012, con una crescita del 2,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Esaminando l’intero anno appena trascorso, il volume complessivo del mercato ha raggiunto i 24,7 miliardi di dollari, un nuovo record per i fabbricanti di storage esterno, che hanno beneficiato di un incremento del 4,7% rispetto al 2011.
Nel complesso, è stata rilasciata una capacità totale di circa 20 exabyte, quota che rappresenta il 27% in più di quanto consegnato l’anno precedente. Otto di questi exabyte sono stati rilasciati nel quarto trimestre.
Sempre analizzando l’ultima parte del 2012, Emc ha mantenuto la leadership del mercato dello storage esterno su disco, con una quota del 24% (equivalente a un giro d’affari di 2.07 miliardi di dollari). Il secondo posto è una contesa stretta fra Ibm e Hp, con la prima appena avanti (16,2% contro 16% e una differenza in valore di appena 10 milioni di dollari). A una certa distanza segue Dell, con l’11,4% di share ed entrate per 983 milioni di dollari. NetApp chiude il quintetto dei leader con una quota del 9% e un fatturato di 780 milioni di dollari. Il resto dei produttori ha messo insieme complessivamente 2,02 miliardi di dollari, per un peso pari al 23,4%.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota