NetApp si apre allo storage flash

NetApp si apre allo storage flash

Tre novità di prodotto sostanziano l’aggiornamento strategico del produttore americano.

di: Roberto Bonino del 23/02/2013 17:55

Enterprise Management
 
Le ultime novità in casa NetApp rappresentano un vero e proprio punto di rottura per la strategia dello specialista di storage. L’unità Flash Array Ef540 e l’architettura Flash Ray, infatti, sanciscono l’ingresso del vendor nel mondo delle tecnologie flash. A questi, si aggiunge un aggiornamento della piattaforma Fas6200.
Flash Array Ef540 è un sistema di memorizzazione flash di fascia alta, ad late capacità e disponibilità, basato su sistema operativo Santricity 10.8.4. Si tratta del primo dispositivo di nuova generazione prodotto da NetApp e anche il primo che arriva da uno dei grandi big del comparto. L’unità può ospitare da 12 a 24 dischi Ssd da 800 Gb (2,5 pollici), per una capacità totale da 9,6 Tb a 19,2 Tb. È l’equivalente della capacità massima di 1.000 hard disk a 15.000 rpm, ma in uno spazio inferiore del 95%. La memoria è di 24 Gb, mentre la connettività I/O di base è di 8 porte Fibre Channel da 8 Gb (Sas, iScsi e InfiniBand sono opzionali).
Flash Ray, invece, si presenta come restyling esclusivo del sistema operativo NetApp imperniato sul data management, per creare una nuova architettura destinata a sviluppare le capacità della tecnologia flash. L’innovazione, dunque, arriva nel software e su questa pietra angolare il vendor intende costruire la futura offerta di storage flash. Se in questo caso, il discorso è concentrato sulla convenienza economica, gli sviluppi dovranno tradursi anche in nuove funzionalità di efficienza ed evolutività orizzontale capaci di ricavare l’ottimizzazione tipica delle unità flash-based.
Flash Ray è una tecnologia in divenire, tant’è che la versione beta sarà disponibile a metà del 2013 e il prodotto finito non prima dell’inizio del prossimo anno.
Per la gamma Fas6200, infine, sono disponibili gli aggiornamenti Fas/V6220, Fas6250 e Fas6290. Questi nuovi modelli di piattaforma Tier 1 sono ottimizzati per la tecnologia flash e sono destinati all’alta disponibilità e all’evolutività dei carichi di lavoro dello storage per le applicazioni critiche.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota