Confcommercio su Pil: migliora al Sud, ma dinamiche restano deboli

Confcommercio su Pil: migliora al Sud, ma dinamiche restano deboli

Confcommercio: "Ridurre i difetti strutturali per rafforzare i segnali di ripresa".

di: Redazione ImpresaCity del 27/06/2017 19:20

Economia
 
"Le prime stime sull'andamento dell'economia nelle grandi ripartizioni geografiche testimoniano una modesta ripresa del Mezzogiorno, che nell'ultimo biennio è riuscito a crescere a ritmi lievemente superiori al resto del Paese. E' un'indicazione positiva, ma non rassicurante, in quanto tali dinamiche sono ancora troppo deboli per permettere un apprezzabile recupero dei ritardi accumulati che, negli anni di crisi, si sono ampliati sensibilmente".
Questo il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio ai dati diffusi dall'Istat, secondo i quali nel 2016 il Prodotto interno lordo ha registrato un aumento in linea con quello nazionale nel Mezzogiorno (+0,9%), lievemente inferiore nel Centro (+0,7%) e nel Nord-ovest (+0,8%) e superiore alla media nazionale nel Nord-est (+1,2%).
"Ad oggi – continua la nota - il Pil pro capite del Mezzogiorno è pari al 56,6% di quello del Centro-nord. Il raffronto tra crescita del Pil e dell'occupazione evidenzia in tutte le aree del Paese una riduzione della produttività del lavoro, in particolare proprio nel Sud. Ciò è in parte imputabile alla forte riduzione del tasso d'investimento tra il 2008 e il 2016. Inoltre, la produttività totale dei fattori mostra dinamiche del tutto insoddisfacenti".
"I segnali di ripresa che si diffondono oggi nei territori – conclude l'Ufficio Studi - vanno rafforzati attraverso la riduzione dei difetti strutturali che affliggono la nostra economia, a partire dai deficit logistici, dall'eccesso di burocrazia e di carico fiscale su famiglie e imprese".
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota