La Banca Valsabbina sostiene Industria 4.0

La Banca Valsabbina sostiene Industria 4.0

L’istituto bresciano ha organizzato un evento per presentare gli strumenti messi a disposizione delle imprese dalla Legge di Bilancio 2017.

di: Redazione ImpresaCityCity del 01/02/2017 13:49

Economia
 
Le novità per le imprese introdotte dalla Legge di Bilancio 2017 e un focus sull’applicazione e il funzionamento del super ammortamento al 140% e dell’iper ammortamento al 250%. Sono stati questi i temi al centro dell’appuntamento organizzato ieri sera a Brescia presso il Centro Paolo VI da Banca Valsabbina.
L’incontro è stato introdotto da Tonino Fornari, direttore generale di Banca Valsabbina, e Massimo De Sanctis, responsabile commerciale di Sistema Ratio, mentre è intervenuto come relatore il commercialista Alessandro Pratesi.
La Legge di Bilancio 2017, nell’ambito del piano nazionale Industria 4.0, prevede importanti agevolazioni per le imprese. In particolare, l’iper ammortamento al 250% e la proroga del super ammortamento al 140%, che mirano a incentivare gli investimenti delle imprese nei comparti industriali 4.0 (utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse e collegate a Internet; connessione tra sistemi fisici e digitali e analisi complesse attraverso l’utilizzo dei Big Data) con l’aggiunta di tecnologie per l’agricoltura di precisione e per l’abbattimento dei consumi energetici.
Per consentire alle imprese di cogliere al meglio queste importanti opportunità, Banca Valsabbina ha stanziato un fondo da 20 milioni di euro che verranno utilizzati per la stipula dei mutui che le imprese potranno sottoscrivere per utilizzare tale agevolazioni.
“Grazie a queste agevolazioni le imprese avranno la possibilità sia di beneficiare di un bonus ammortamento pari al 250% della spesa effettuata sia di effettuare operazioni di super ammortamento al 140%, che Banca Valsabbina già sosteneva con un apposito plafond", spiega Paolo Gesa, responsabile Divisione Business di Banca Valsabbina. "Gli imprenditori possono effettuare l’acquisto fino al 30 giugno del 2018, a patto che il relativo acconto venga versato entro il mese di dicembre del 2017”.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua