Voucher, Rete Imprese Italia: utili a imprese e contro lavoro nero

Voucher, Rete Imprese Italia: utili a imprese e contro lavoro nero

Rete Imprese Italia: "I voucher servono agli imprenditori per coprire esigenze di lavoro improvvise e non programmabili che non giustificano altre forme di contratto stabile".

di: Redazione ImpresaCity del 07/02/2017 17:36

Economia
 
"Rete Imprese Italia è favorevole al corretto utilizzo dei voucher poichè rappresentano, per gli imprenditori, l’unico strumento attualmente disponibile per remunerare prestazioni saltuarie ed occasionali. Inoltre aiutano a combattere il lavoro nero e offrono opportunità di occupazione e di guadagno legale, regolamentato e tracciato. Proprio per questo Rete Imprese Italia è contraria a ipotesi di riforma che ne limitino la possibilità di impiego".
E’ la posizione di Rete Imprese Italia espressa da Cesare Fumagalli, Segretario Generale di Confartigianato, intervenuto in audizione all’11° Commissione lavoro pubblico e privato della Camera sulle proposte di modifica alla disciplina del lavoro accessorio.
Secondo Rete Imprese Italia bisogna "evitare riforme dei voucher che risulterebbero poco funzionali alle reali esigenze del mercato del lavoro e rischiano di frenare la libertà d’iniziativa economica. I voucher servono agli imprenditori per coprire esigenze di lavoro improvvise e non programmabili che non giustificano altre forme di contratto stabile. Di conseguenza, senza i voucher si perderebbero occasioni di lavoro e di guadagno sia per le imprese che per i prestatori. Eventuali interventi di correzione per evitarne l’abuso dovranno essere subordinati ad un attento monitoraggio del loro utilizzo dopo l’introduzione della tracciabilità".
Rete Imprese Italia cita rilevazioni statistiche dell’Inps per sottolineare che nonostante la crescita del numero di committenti, prestatori e voucher, questo strumento continua a coprire prestazioni saltuarie ed occasionali e che riguardano per il 63% categorie di lavoratori che grazie ai voucher posso incrementare il loro reddito e per il 37% soggetti disoccupati o inoccupati in attesa di entrare o rientrare nel mercato del lavoro.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota