Un punto digitale: il brand della nuova Italiaonline

Un punto digitale: il brand della nuova Italiaonline

Per la prima volta, un brand aziendale è accompagnato anche da un set di emoji: otto icone che rappresentano graficamente i valori e i sentimenti della nuova Italiaonline.

di: Redazione ImpresaCity del 16/06/2016 10:05

Economia
 
La nuova Italiaonline, che nasce dalla fusione per incorporazione tra la prima internet company nazionale e SEAT Pagine Gialle, ha scelto come nuovo brand un colorato punto digitale, creato dal brand architect newyorkese Amir Fayo, già artefice di lavori per alcuni tra i più noti marchi internazionali.  Il complesso lavoro di rebranding della neocostituita azienda, che ha accompagnato la fase finale del suo lungo iter di M&A, si è svolto con l’ausilio di Interbrand, agenzia leader nella brand consultancy che offre ai propri clienti servizi di carattere strategico, creativo e analitico volti alla creazione, alla gestione e alla valutazione del loro più importante asset: il brand.
The "Italian digital dot" costituisce il risultato di un lavoro di ricerca e analisi volto a individuare il DNA italiano nel linguaggio grafico e tipografico di illustri designer nazionali (Vignelli, Grigniani, Munari...), nonché nella realtà paesaggistica, nella produzione artistica, industriale e culturale del nostro Paese, per giungere a isolarne la cellula primaria, il nucleo, reso graficamente con un punto. Un punto che identifica, crea senso, connette. Un punto speciale, che ha al suo interno il DNA italiano fatto di creatività, passione e tradizione. Il punto digitale italiano, base del nuovo linguaggio del nostro futuro.
A corollario del brand è stato creato anche un set di emoji, 8 icone che rappresentano graficamente i valori e i sentimenti che hanno ispirato il nuovo brand, ovvero tutto quello che un punto può esprimere: tradizione, esperienza, creatività, dinamismo, connessione, identità, globale/locale, passione. E’ la prima volta che che un nuovo brand è accompagnato da un set di emoticon.
Lo storico marchio Pagine Gialle diventa brand di prodotto e la sua rappresentazione un pin point a forma di G, ossia la digitalizzazione della puntina con la quale nel mondo fisico siamo abituati a segnare su una mappa i luoghi per noi importanti. Luoghi definiti dalle persone e dalle esperienze ivi vissute. Perché "noi rendiamo digitale ciò che è locale e rendiamo locale ciò che è digitale".
Anche i brand di PagineBianche e TuttoCittà sono ora pin point a forma di B e di T. Il concetto di punto digitale torna anche nel nuovo logo di Virgilio, con la prima I che si trasforma in due punti.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota