3 Italia: la base clienti si attesta a 10,1 milioni

3 Italia: la base clienti si attesta a 10,1 milioni

I ricavi da servizi (+7%) salgono a 1.478 milioni di euro, confermando il trend positivo dell’azienda, ininterrottamente in crescita da 6 trimestri. Aumentano anche i ricavi totali (+5%) a 1.825 milioni e l’Ebitda (+11%) a 276 milioni.

di: Redazione ImpresaCity del 30/03/2016 08:45

Economia
 
3 Italia chiude il 2015 con ricavi da servizi in aumento di oltre il 7% a 1.478 milioni di euro, con un trend positivo che dura da 6 trimestri consecutivi. Andamento che trova conferma anche nell’avvio del 2016. Si tratta di una performance di assoluto rilievo, tanto più considerando l’elevato grado di competizione del mercato che, nonostante il contributo positivo di 3 Italia, nel 2015 ha registrato un calo dell’1,4% dei ricavi da servizi. I ricavi totali di 3 Italia salgono inoltre a 1.825 milioni di euro, in crescita del 5% rispetto all’anno precedente.
La base clienti si attesta a 10,1 milioni di unità, con un aumento del 4% dei clienti attivi rispetto al 2014, mentre la quota di mercato sale all’11,8%.
Crescono a doppia cifra i dispositivi LTE connessi alla rete “3” (+70%), il traffico dati (+37%), i ricavi da Internet-mobile (+22%) e il traffico voce (+13%). Da rimarcare che la qualità dei clienti è ulteriormente migliorata nel corso dell’esercizio: i clienti con contratto (cioè ad alto valore) sono infatti aumentati dal 50% al 55% del totale, contribuendo per il 74% alla formazione dei ricavi da servizi.
Analogo miglioramento è stato conseguito nel segmento prepagato e l’effetto combinato ha permesso a 3 Italia di raggiungere un activity-rate del 90%. L’Arpu è cresciuto del 2,4%. L’Ebitda sale dell’11% a quota 276 milioni (248 milioni nel 2014) prevalentemente grazie all’aumento del 10% del margine sui ricavi da servizi a seguito dell’incremento dei clienti ad alto valore e nonostante l’aumento dei costi commerciali sostenuti per l’acquisizione dei nuovi clienti.
Ad agosto 2015, CK Hutchison ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Vimpelcom per la formazione di una joint venture paritetica attraverso l’integrazione delle rispettive controllate italiane, 3 Italia e Wind Telecomunicazioni. Dall’integrazione di 3 Italia e Wind nascerà il principale operatore mobile per numero di clienti in Italia. Il completamento di questa operazione è soggetto all’approvazione degli organi regolamentari.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota