Confartigianato: sul mercato iraniano occasioni di business per le Pmi italiane

Confartigianato: sul mercato iraniano occasioni di business per le Pmi italiane

Tra i principali beni esportati in Iran dalle imprese italiane vi sono apparecchiature elettriche, computer e prodotti elettronici.

di: Redazione ImpresaCity del 10/02/2016 14:25

Economia
 
Le opportunità di collaborazione economica delle piccole imprese italiane con il mercato iraniano sono state illustrate al Seminario ‘Made in Italia in Iran’ organizzato a Roma da Confartigianato e rivolto ai funzionari del sistema associativo che si occupano di internazionalizzazione. All’iniziativa sono intervenuti Mohammad Razi,Consigliere economico dell’Ambasciata dell’Iran in Italia, Nima Baheli, analista finanziario iraniano, Linda Dehesh, Presidente di ‘Made in Italia’ che si occupa di favorire la cooperazione economica Italia-Iran.

iran.jpg
L’Iran – hanno spiegato gli esponenti iraniani – è un mercato dalle grandi potenzialità: è un Paese giovane, il 65% degli 80 milioni di abitanti ha meno di 30 anni, fortemente alfabetizzato, il 30% della popolazione ha un potere d’acquisto simile a quello italiano, è il 4° Paese al mondo per quantità di riserve di petrolio e il 2° per riserve di gas, il costo della manodopera è pari ad un quinto di quello italiano e nei prossimi anni prevede di crescere ad un tasso dell’8% annuo. Ma, soprattutto, i consumatori iraniani amano e prediligono i prodotti italiani.
Del resto, i rapporti economici tra Italia e Iran vantano una lunga ed antica tradizione e ancora oggi il nostro Paese rimane uno dei principali partner commerciali della Repubblica Islamica dell’Iran. Secondo le rilevazioni di Confartigianato, con 1,2 miliardi di beni esportati nell’ultimo anno, siamo al secondo posto nell’Unione europea, dopo la Germania, per la maggiore quota di export in Iran. E siamo in seconda posizione nell’Ue anche per il valore – pari a 124 milioni di euro – di prodotti esportati in Iran e realizzati nei settori a maggiore concentrazione di micro e piccole imprese.
Tra i principali beni esportati in Iran dalle imprese italiane vi sono macchinari e apparecchiature, prodotti chimici, apparecchiature elettriche, prodotti in metallo, computer e prodotti elettronici, apparecchi elettromedicali e prodotti farmaceutici.
A maggior ragione, l’economia iraniana del dopo-sanzioni offre numerose occasioni per gli artigiani e i piccoli imprenditori italiani in molteplici settori: dai macchinari alle eccellenze della moda, dalle costruzioni alle energie rinnovabili fino al biomedicale. E le modalità per fare business in Iran vanno dalle joint venture al trasferimento di know how e tecnologie alla partecipazione a fiere ed eventi promozionali.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota