Il fuori Expo porterà 20mila occupati e 2 miliardi di produzione aggiuntiva

Il fuori Expo porterà 20mila occupati  e 2 miliardi di produzione aggiuntiva

Su un totale di 102mila unità di lavoro e 12,7 miliardi attesi per Milano. Maggiori benefici per turismo e ristorazione, ma anche per il commercio.

di: Redazione ImpresaCity del 03/04/2015 16:10

Economia
 
Expo scenderà in città con un indotto atteso per Milano pari a 2,05 miliardi, un valore aggiunto di 1 miliardo e quasi 20.000 occupati. A beneficiare saranno i settori del turismo e della ristorazione, con 1,6 miliardi di produzione aggiuntiva e 18.300 occupati, ma anche il commercio con quasi mezzo miliardo di produzione aggiuntiva e 700 unità di lavoro.
Questi impatti sono da considerarsi distribuiti su tutto l'arco dell'anno 2015, con un "picco" in corrispondenza dei sei mesi dell'evento Expo 2015. Un indotto importante per il fuori Expo che pesa sulle 102mila unità di lavoro attivate in totale per Milano dalla manifestazione e i 12,7 miliardi di produzione aggiuntiva sul territorio.
Sono questi i risultati per il fuori Expo emersi da una ricerca sull’impatto economico diretto e legacy dell’evento promosso dalla Camera di Commercio di Milano e dalla Società Expo 2015 e affidata a un team di analisti economici coordinati da Alberto Dell’Acqua professore SDA Bocconi.
Il progetto ha portato alla realizzazione di un modello di stima economica dell’indotto dell’evento, a partire dal 2012 e con proiezione fino all’anno 2020, che sarà messo a disposizione del BIE per la valutazione economica dell’impatto delle Esposizioni Universali.
Il quadro generale dell’indotto di Expo, in cui si colloca il fuori Expo: 102mila i posti di lavoro che saranno attivati a Milano, 27mila nel resto della Lombardia su un totale nazionale di 191mila. Fino al 2015 l’occupazione attivata dall’Esposizione Universale riguarderà principalmente il settore delle costruzioni e dell’industria, nel corso dell’evento sarà la volta di turismo e servizi all’impresa e alla persona, dopo l’evento saranno industria, servizi alle imprese e commercio gli ambiti rilevanti a livello occupazionale. 
Sul territorio milanese la produzione aggiuntiva sarà di 12,7 miliardi, su un totale nazionale di 23,6 e lombardo di 15,8. Sarà di 6 miliardi il valore aggiunto milanese su 7,4 lombardi e 10 italiani. Con Expo Milano 2015 nasceranno 11mila nuove imprese in Italia, la metà in Lombardia.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota