Fisco, Cna: per le Pmi la pressione fiscale può arrivare al 74,4%

Fisco, Cna: per le Pmi la pressione fiscale può arrivare al 74,4%

Il presidente della Cna Vaccarino: “Anche la Banca Mondiale riconosce che le imprese italiane sono le più tartassate al mondo".

di: Redazione ImpresaCity del 16/09/2014 12:10

Economia
 
“Il sistema fiscale e contributivo italiano è diventato asfissiante. Lo certifica anche la Banca Mondiale, che assegna alle nostre imprese la poco gradita palma di più tartassate al mondo. Non possiamo più sostenere una pressione di questo livello”.
Lo afferma Daniele Vaccarino, Presidente nazionale della Cna, commentando il risultato del rapporto annuale “Paying taxes” della Banca Mondiale.
“Per le piccole imprese – sottolinea – la situazione è ancora più grave di quella segnalata dall’autorevole organismo internazionale. Secondo i dati dell’Osservatorio Cna sulla tassazione delle piccole imprese, infatti, in Italia il total tax rate per un’impresa minore standard può arrivare addirittura al 74,4%”.
“Con un prelievo pubblico doppio rispetto alle economie nostre concorrenti, come il Regno Unito – conclude Vaccarino - è impossibile, per le imprese italiane, rimanere competitive. Siamo di fronte a un’emergenza alla quale è indispensabile mettere fine al più presto, tagliando immediatamente le spese improduttive e destinando ogni risorsa disponibile alla riduzione del prelievo sulle imprese. Solo per le imprese può passare la ripresa. Solo le imprese possono creare lavoro e benessere”.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota