Server e pc: una fioca luce in fondo al tunnel

Server e pc: una fioca luce in fondo al tunnel

Lieve crescita per i primi, calo più contenuto per i secondi nel secondo trimestre 2014. La crisi permane, ma ci sono segnali di ripresa.

di: Redazione ImpresaCity del 01/09/2014 14:15

Economia
 
Benino i server, meno peggio del previsto i pc. I mercati dell’hardware primario per le aziende restano nelle secche della crisi, ma mostrano segnali che possono far pensare a un recupero nel medio termine.
Per quanto riguarda i server, Gartner ha stimato che nel secondo trimestre 2014 si sia ottenuta una crescita sia nelle unità vendute che in valore, rispettivamente dell’1,3 e del 2,8%. L’analista fa notare come il dato sia molto disomogeneo per aree geografiche, con Europa dell’Est, Giappone e America Latina ancora in forte contrazione. Dal punto di vista delle tecnologie, cresce solo il segmento x86 (+ 8,1% in valore), mentre gli altri sono in calo, soprattutto quello Risc/Itanium (- 7,9%).
Fra i costruttori, pare essere Ibm a soffrire maggiormente, con un calo del 28,9% rispetto agli ultimi mesi del 2013. Hp si conferma al vertice della classifica, mentre dietro Ibm avanza Dell, che mostra una tendenza ascendente abbastanza costante. Oracle è quarta e invece perde quota.
Il mercato dei pc, dal canto proprio, mostra qualche segno di recupero, pur in situazione di continuo calo. Idc, infatti, ha rivisto la precedente previsione di regresso del 6,1%, a livello mondiale, portandola al 3,7%. Meglio del previsto, insomma, anche se permangono diversi fattori di incertezza. Instabilità politica e contesti economici difficili restano all’ordine del giorno, anche se il Nordamerica e l’Europa Occidentale, ovvero i mercati più maturi, stanno reiniziando a salire.
Un fattore di ripresa può essere legato alla fine del supporto a Windows Xp, che ha spinto a qualche rinnovamento forzato di parchi obsoleti, mentre la concorrenza dei tablet si è un po’ attenuata negli ultimi tempi. L’arrivo di Windows 9 all’inizio del 2015 potrebbe dare un’ulteriore scossa, ma al momento questa appare ancora un’ipotesi prematura.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota