e-commerce, un mercato che viaggia a doppia cifra

e-commerce, un mercato che viaggia a doppia cifra

Ottime potenzialità di crescita per l'e-commerce italiano. NextValue stima per il triennio 2013-2016 una crescita medio annua del 18%

di: Pm del 22/01/2014 17:09

Economia
 
Nel corso dell’evento milanese dedicato all’e-commerce, organizzato in collaborazione con Assintel, Alfredo Gatti, Managing Partner di NextValue, parla dell’Italia come di un mercato emergente. “E’ vero, afferma Gatti, l’Italia è il fanalino di coda dell’Europa, la percentuale dell’e-commerce sulla spesa complessiva retail è attorno al 3%, ma proprio in virtù di questa sua modesta dimensione e di una tendenza all’acquisto digitale che si va affermando vi sono ottime potenzialità di crescita”.
Nel triennio 2013-2016 è previsto un tasso di crescita medio annuo del 18%. Se consideriamo che nel 2013 il valore dell’e-commerce stimato è stato di 11.2 miliardi di euro è quindi ipotizzabile che la soglia dei 20 miliardi di euro non sia poi così lontana. Secondo NextValue circa un quinto del budget IT che le aziende italiane prevedono di gestire nel 2014 sarà destinato all’innovazione e l’ecommerce si prevede possa assorbire circa il 22% del valore di questi investimenti.
“Le abitudini dei consumatori sono cambiate radicalmente e molto velocemente nel corso degli ultimi due anni, afferma Gatti. Le aziende hanno saputo reagire tempestivamente alle sfide del nuovo mercato online generato dai consumatori sempre più digitali. Si sono create nuove posizioni in azienda e nuovi posti di lavoro con ottimi ritorni di fatturato e una più accurata conoscenza del cliente. L’e-commerce è una leva fondamentale per lo sviluppo dell’economia digitale del nostro Paese”.“Le esigenze dei nostri clienti sono cresciute molto rapidamente negli ultimi 5 anni, i canali utilizzati lungo la customer journey sono molteplici e da questi il cliente si aspetta completa integrazione e il medesimo livello di servizio fornito dall’online, ha osservato Lisa Calatroni, Ecommerce Operations Manager EMEA di Timberland, intervenuta al convegno per presentare la propria eseprienza. L’omni-channel è l’unica via percorribile dal retail per dare al proprio cliente la customer experience desiderata.
”Per Lisa Durante, Ecommerce Director di Al Duca d’Aosta “l’apertura di un canale e-commerce rappresenta per le PMI un’opportunità da sfruttare al meglio per far crescere il proprio business. Permette  di rafforzare la propria immagine aziendale e costringe a ripensare la propria comunicazione anche in vista di una relazione più diretta con i propri consumatori“.Internet, i social network e le App modificano gli atti d’acquisto e definiscono nuove esperienze che stanno trasformando anche  il modello di business degli Editori tradizionali.
“In una logica di business, ha affermato Lorenzo Trimarchi, Head of Ecommerce di RCS MediaGroup,un editore digitale può sviluppare specifiche offerte di contenuti, attraverso per esempio copie digitali e collaterali digitali, ed integrarle con nuovi modelli che combinino prodotti e servizi coerenti con i contenuti e con gli interessi che i lettori stanno esplorando e con una user experience integrata nel sito dell’editore”. -
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota