La decrescita positiva di HP

La decrescita positiva di HP

Nel 2013 il fatturato è stato di 112 miliardi di dollari contro i 119 del 2012. Nello stesso periodo il valore dell'azione è aumentato del 140%

di: Redazione del 02/12/2013 10:59

Economia
 
Il quarto trimestre fiscale di HP, terminato il 31 ottobre, ha registrato un calo di fatturato del 2,8%: 29,1 miliardi di dollari contro i 29,9 dell’analogo quarter 2012. L’anno fiscale 2013 si chiude così con un fatturato di 112 miliardi di dollari rispetto ai 119 del 2012 (nel 2011 era stato di 127 miliardi).
Da dicembre dell’anno scorso il valore del titolo di HP si è rivalutato di circa il 140% passando da 12 dollari agli attuali 27. Con risultati finanziari di questo tipo, il Ceo Meg Whitman ha tutto l’appoggio degli stakeholder nel proseguire nel percorso di trasformazione avviato due anni fa. 

hp-2013.jpg

Whitman considera positivo l’andamento complessivo sebbene affermi che vi sia ancora molto da fare. In particolare Whitman ritiene essenziale rendere i prodotti più competitivi, investire nella ricerca e migliorare l’execution.
Nonostante la diminuzione del fatturato HP è riuscita a mettere a segno utili pari a 1,4 miliardi di dollari mentre lo stesso trimestre 2012 aveva presentato una perdita di 6,9 miliardi (quest’ultimo risultato condizionato però dall’acquisizione della software company inglese Autonomy).
Positivo l’andamento della componente server & storage, cresciuta del 2%. Segnale importante perché è il primo aumento, registrato nel comparto, dopo ben 8 trimestri negativi. La componente PC ha visto i volumi di vendita ridursi del 2%, un risultato valutato positivamente dagli analisti, in quanto riconoscono che la società è riuscita a contenere le perdite. Il fatturato del printing è calato dell’1%. Perdite più pesanti sono invece evidenziate nei servizi (-9%) e nel software (-9%).

Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota