Expo 2015, per Maroni le opere procedono nei tempi previsti

Expo 2015, per Maroni le opere procedono nei tempi previsti

Maroni: "Abbiamo istituito un tavolo settimanale per effettuare un monitoraggio costante, in modo da tenere sempre sotto controllo l'avanzamento dei lavori e intervenire subito per superare eventuali criticità che si dovessero presentare".

di: Redazione ImpresaCity del 07/11/2013 18:40

Economia
 
Vedendo l'avanzamento dei lavori nel sito di Expo direi che possiamo essere ottimisti sul completamento dei lavori nel rispetto del cronoprogramma stabilito".
Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, conversando con i giornalisti al termine del sopralluogo effettuato nel - insieme all'assessore alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti, Maurizio del Tenno, e al commissario straordinario di Expo Giuseppe Sala - nel cantiere del sito che ospiterà l'Esposizione Universale del 2015.
"Negli anni passati - ha osservato il presidente della Regione Lombardia - si è perso del tempo, ma stiamo recuperando grazie all'ottima collaborazione tra le istituzioni coinvolte, Comune, Provincia, Regione e Governo, abbiamo risolto i problemi che in passato avevano inceppato i meccanismi dei lavori e ora le opere stanno procedendo. C'è un termine oltre il quale non si può andare ed è quello del 30 aprile 2015, ma sono ottimista sul fatto che tutti i lavori previsti si concludano nei termini stabiliti".

satellite.jpg
Interpellato dai giornalisti sulla questione dell'infrastruttura Rho-Monza, su cui si attende il parere decisivo del ministero dell'Ambiente, il presidente Maroni ha precisato: "Ieri il ministro dell'Ambiente, da me interpellato a riguardo, si è impegnato a darci una risposta. Il ministro Orlando è informato sui tempi e sulla necessità di darci il parere entro dieci giorni al massimo, altrimenti poi non siamo più nei tempi per realizzare l'opera".
Infine, rispondendo ad una domanda sulla possibilità che sull'area che ospiterà l'esposizione universale possa poi sorgere la cittadella dello Sport di Milano il presidente Maroni ha chiarito: "Abbiamo avuto un incontro con il presidente del Malagò, un incontro interessante in cui si è fatto qualche passo avanti, ma la questione è ancora aperta e nulla è deciso. Faremo un altro incontro con il Coni il 13 a Roma e quello sarà il momento delle decisioni, ma fino a quel momento tutte le ipotesi restano aperte".
satellite--1-.jpg
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota