Al via la rete dei “Punti di contatto” per il credito delle Pmi

Al via la rete dei “Punti di contatto” per il credito delle Pmi

Il progetto nasce da un accordo tra Unioncamere e MedioCredito Centrale.

di: Redazione ImpresaCity del 11/10/2013 09:00

Economia
 
Una rete territoriale di “Punti di contatto sul credito e la garanzia” per fornire servizi di informazione e accompagnamento alla micro, piccola e media impresa. E’ quanto dispone l’accordo di collaborazione siglato da Unioncamere e Banca del Mezzogiorno-Mediocredito Centrale, capofila  tra l’altro del raggruppamento temporaneo di imprese gestore  del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese istituito dalla legge 662/96.
L’utilizzo del Fondo - il principale strumento di politica economica finalizzato a facilitare l’accesso al credito delle Pmi - pur avendo dati di operatività davvero significativi (nel 2012 sono state 61.408 le domande accolte a fronte di 8,1 miliardi di finanziamenti e di 4 miliardi di importi garantiti, mentre nel primo semestre del 2013 sono state  34.857 le domande accolte a fronte di 4,8 miliardi di finanziamenti e di 2,8 miliardi importi garantiti), presenta ancora ampi spazi di crescita.
Questo ha convinto i sottoscrittori dell’accordo a puntare su un’azione di informazione capillare, in grado di diffondere la conoscenza delle opportunità offerte dalla garanzia pubblica e di contribuire così fattivamente a ridurre le difficoltà di accesso al credito delle imprese minori.
L’accordo prevede che Unioncamere favorisca la creazione presso le Camere di commercio di “Punti di contatto sul credito e la garanzia”, presso i quali le imprese potranno accedere ai servizi di formazione e assistenza tecnica rivolgendosi a funzionari appositamente formati e aggiornati da Banca del Mezzogiorno-Mediocredito Centrale sulla normativa e sull’operatività del Fondo di garanzia.
Un’attenzione specifica sarà dedicata a migliorare la capacità negoziale delle imprese, informandole sull’abbattimento del rischio e del costo delle operazioni finanziarie per banche e confidi che derivano dall’intervento del Fondo, assistito dalla garanzia in ultima istanza dello Stato.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota