Drastica ristrutturazione per Siemens

Drastica ristrutturazione per Siemens

L’azienda tedesca deve risparmiare 6 miliardi di euro in poco più di un anno e, di conseguenza, procederà al taglio di 15mila dipendenti.

di: Redazione Impresa City del 01/10/2013 08:55

Economia
 
Siemens ha avviato un vasto piano di ristrutturazione, che dovrebbe portare a un ridisegno complessivo delle attività del gruppo. Già da qualche tempo, l’azienda tedesca aveva resa nota l’intenzione di risparmiare 6 miliardi di euro entro la fine del 2014. Una delle modalità per raggiungere l’obiettivo sarà il taglio di 15mila dipendenti nel mondo, un terzo dei quali concentrato nella sola Germania, dove sono impiegate circa 119mila persone, ossia un terzo del totale mondiale (370mila dipendenti). Una prima fase sarà completata con incentivi alle dimissioni, per poi procedere ai licenziamenti per la quota di organico rimanente.
Le prospettive di Siemens nel breve periodo restano negative, ma l’azienda si attende un ritorno alla profittabilità per il 2014. L’ultimo dato noto, riferito al terzo trimestre fiscale, parla di un calo del fatturato del 2%. Il gruppo aveva già abbandonato il mercato dei servizi It, cedendolo ad Atos nel 2010 e più di recente era uscita dalla partnership con Nokia nelle infrastrutture di rete. Ora resta da vedere quale impatto avrà la ristrutturazione su altri business collegati alla tecnologia dei data center, come lo smart grid e tutte le componenti di alimentazione, oltre che l’impegno nel campo del Plm.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota