Letta: per Expo 2015 massimo impegno del Governo

Letta: per Expo 2015 massimo impegno del Governo

Anche la Francia firma il contratto di partecipazione. "Sono 132 i Paesi che hanno già dato l'adesione a Expo 2015" sottolinea il Commissario Sala.

di: Redazione ImpresaCity del 16/09/2013 16:10

Economia
 
"Il Governo metterà il massimo impegno per Expo 2015: l'obiettivo è dare forza all'economia e rendere attrattivo il nostro Paese". In visita al cantiere dell'esposizione universale, il presidente del consiglio dei ministri Enrico Letta ha indicato la rotta verso cui si muove l'appuntamento del 2015. È la seconda volta, da maggio, in cui il premier si reca a Milano per confermare l'impegno del Governo nei confronti dell'Esposizione Universale.
hjjhjhjh.jpg
"Non dobbiamo solo fare bella figura -ha precisato - : dobbiamo fare in modo di creare nuovi posti di lavoro". Nel corso dell'incontro, il premier Letta ha avuto modo di verificare in prima persona lo stato di avanzamento dei lavori e di parlare con le maestranze - circa 800 - impegnate nelle attività :“Il 20 settembre aspettiamo la riunione delle parti sociali – ha spiegato il premier Letta - per mettere a punto definitivamente la questione flessibilità, lavori, regole, per dare ancora più forza alla produttività che la vicenda Expo può dare all’economia italiana".Attento e soddisfatto delle parole di impegno del Governo il commissario unico delegato per Expo Milano 2015: "Expo 2015 è entrata in una fase estremamente operativa - ha dichiarato Sala -. Siamo alla vigilia della consegna dei primi lotti ai Paesi entro fine anno. Il primo sarà quello dell'Italia".

img-0965.jpg
Anche sul rapporto con i Paesi partecipanti il presidente del consiglio ha ribadito il sostegno del Governo, a partire dall'incontro alle Nazioni unite di fine settembre: “Abbiamo deciso di usare la settimana di fine settembre, tradizionalmente dedicata all’inaugurazione della sessione annuale delle Nazioni unite, a New York, per fare una tre giorni straordinaria di eventi, attività che invaderanno New York il 24, 25, 26 settembre. Io sarò lì in quei giorni, interverrò alle sessione delle Nazioni unite e userò quei giorni per interloquire col maggior numero di presidenti e ministri di tutti i paesi. Insieme faremo anche la parte di business, parleremo con un gran numero di imprese americane, che siano in grado di aiutarci in questo grande evento. Cercheremo di tornare a casa con una serie importante di risultati”.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota