Expo 2015: Monaco firma il contratto di partecipazione

Expo 2015: Monaco firma il contratto di partecipazione

Al Principe Alberto II la presidenza del comitato di Expo Milano 2015 che si occuperà di selezionare le best practices nell’ambito del programma “Feeding Knowledge”.

di: Redazione ImpresaCity del 08/07/2013 19:00

Economia
 
È uno sguardo nuovo, solidale, sul mondo della nutrizione quello che il Principato di Monaco proporrà ai visitatori dell’Esposizione Universale del 2015.
Progetti e idee per dare forma al tema scelto dal padiglione monegasco – “Excellence and Solidarity. A New Look at Feeding the Planet” – sono stati presentati da Robert Fillon, Ambasciatore del Principato di Monaco in Italia e Commissario Generale del Padiglione, che ha firmato con il Commissario Unico per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala, il contratto di partecipazione del Paese. Si tratta del 59esimo documento sottoscritto dalla società organizzatrice con i Partecipanti Ufficiali.

tassello.jpg
Grazie a una struttura aperta, con differenti punti di ingresso, e costruita con materiali riciclabili, il padiglione del Principato di Monaco dimostrerà come investire in protezione ambientale, sicurezza alimentare e in sviluppo sostenibile sia un atto di attenzione nei confronti delle nuove generazioni, indispensabile per la loro crescita. Da tempo, infatti, il Paese ha inserito nella propria politica internazionale progetti di elevata responsabilità sociale, volti a combattere la fame e la povertà nelle zone più disagiate del mondo, attraverso programmi di protezione della biodiversità e di formazione in campo agroalimentare.
L’impegno nel campo della cooperazione internazionale e della sostenibilità, in vista del raggiungimento degli obiettivi del Millennio, fissati nel 2000 dalle Nazioni Unite, è valso al Principe Alberto II la presidenza del comitato di Expo Milano 2015 che si occuperà di selezionare le best practices nell’ambito del programma “Feeding Knowledge”, un importante strumento per migliorare l’accesso e lo sviluppo delle conoscenze e per favorire la cooperazione sulla ricerca e l’innovazione per la sicurezza alimentare.
Il padiglione monegasco, che si estende su una superficie di 1.010 metri quadrati, è situato vicino all’ingresso Est, non distante dal Parco della Biodiversità, dal Padiglione dedicato alla sostenibilità e dal Cluster Isole, Mare e Cibo.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota