Spending Review: unificati i siti Entrate ed ex Territorio

Spending Review: unificati i siti Entrate ed ex Territorio

Con l’integrazione, si arricchisce la gamma di servizi online a disposizione di cittadini e imprese.

di: Redazione ImpresaCity del 24/06/2013 10:10

Economia
 
Un unico indirizzo web, www.agenziaentrate.it, dove trovare tutti i servizi on line di Entrate e Territorio.
Si è conclusa l’integrazione dei siti istituzionali a seguito dell’incorporazione dell’Agenzia del Territorio da parte dell’Agenzia delle Entrate (articolo 23-quater del decreto-legge n. 95/2012), avvenuta lo scorso dicembre. Il nuovo portale unico garantirà non solo risparmi di spesa, come indicato dalla Spending Review, ma anche maggiore speditezza nella ricerca delle informazioni.
L’unificazione dei siti web, infatti, è stata attuata avendo cura, da un lato, di non modificare l’abituale modalità di navigazione del sito dell’Agenzia delle Entrate e, dall’altro, di rendere i contenuti prima presenti su www.agenziaterritorio.it agevolmente individuabili. Per questa ragione, servizi, software e modelli legati alle attività e alle competenze dell’ex-Agenzia delle Territorio sono stati raggruppati ed etichettati come “catastali e ipotecari”, in modo da renderne più facile, immediata e visibile la ricerca.

In particolare: 
• le informazioni sui Servizi (privati, professionisti, istituzioni) sono state collocate, all’interno del menu “Cosa devi fare”, in 2 specifiche sezioni, create ad hoc: “Consultare dati catastali e ipotecari” e “Aggiornare dati catastali e ipotecari” 
• i software e i modelli sono stati inseriti nel menù “Strumenti” nelle sezioni “Software catastali e ipotecari” e “Modelli catastali e ipotecari” 
• le applicazioni online, senza registrazione o tramite Sister, sono raggiungibili navigando il menù Servizi online. 
 
I cambiamenti immediatamente percepibili al primo click sono quelli che filtrano dalla homepage. Innanzitutto, c’è l’accesso a Sister, la piattaforma telematica che permette la consultazione e l’aggiornamento delle banche dati catastale e ipotecaria, reso possibile sia cliccando sul logo inserito nel box “Servizi online”, sia (anche questa una novità) attraverso il menù a tendina dell’’Area riservata”. Inoltre, nella colonna destra del sito è presente, e ben visibile, la porta d’accesso all’Omi, l’Osservatorio del mercato mobiliare, e, quindi, alle sue pubblicazioni e alle sue banche dati: quotazioni immobiliari, valori agricoli medi e volumi di compravendita.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota