Con Teamleader arriva in Italia il Crm a misura di Pmi

Con Teamleader arriva in Italia il Crm a misura di Pmi

Aperta da poco la filiale locale di una scale-up capace in cinque anni di acquisire quasi 6.000 clienti con un prodotto SaaS dal costo iniziale di 25 euro al mese per due utenti.

di: Roberto Bonino del 03/07/2017 15:25

Cloud Computing
 
Nata nel 2012 in Belgio come classica società orientata alla realizzazione di siti Web per le aziende, Teamleader è riuscita in pochi anni a far evolvere il proprio modello di business in direzione del Crm per le piccole e medie imprese, a procurarsi a oggi 5.800 clienti e a essere presente in sei paesi, con la recente aggiunta proprio dell’Italia.
Grazie a questa rapida ascesa, per un’azienda di questo genere il termine start-up ha lasciato il posto a quello di scale-up. La soluzione Crm trae origine dalle necessità della stessa Teamleader nella sua prima fase di sviluppo. La teamleader---sara-morandini.jpgscelta di crearne uno ex novo per i propri scopi ha posto le basi per quello che, in breve tempo, sarebbe diventato il core business di una realtà che pare aver già le idee chiare su come replicare il modello di crescita in diverse aree geografiche: “Prima di aprire in Italia, è stato costituito un team madrelingua che ha lavorato per sei mesi nella sede centrale di Gent – spiega la country manager Sara Morandini -. Oggi siamo già in 10 e dovremmo diventare 15 entro fina anno”.
L’offerta di Teamleader si fonda su un Crm pensato per aziende da 1 a 5 utenti (ma si indirizza fino a 50 dipendenti), che operano soprattutto sul mercato dei servizi. La logica è modulare, con una versione base e strumenti aggiuntivi per gestire ciclo di vendita, progetti, fatturazione e ticketing: “La soluzione crea un flusso strutturato per gestire i dati dei clienti e dei prospect, creare e mandare quotazioni e fatture, pianificare chiamate e meeting con il voice-over-Ip integrato, convertire quotazioni accettate in fatture con un semplice click”, illustra Morandini.

Modello Saas-only e prezzo aggressivo

Il prodotto viene proposto unicamente in modalità SaaS (piattaforma Aws) e fa leva su un costo che parte da 25 euro al mese per 2 utenti, ovviamente per il modulo base, con sottoscrizione trimestrale o annuale: “Ci rivolgiamo a realtà che quasi sempre non dispongono di una soluzione strutturata sulle loro dimensioni e volumi commerciali – aggiunge Morandini -. Tipicamente, le Pmi italiane non hanno un software dedicato oppure utilizzano Excel, strumenti stand alone o soluzioni all-in-one sovradimensionate. Teamleader propone uno strumento di facile utilizzo, economico, ma capace di creare il flusso corretto di relazione con i clienti, impostando tutti i touchpoint per creare la continuità tipica del customer journey”.
Al di là del posizionamento molto aggressivo sul prezzo e all’intuitività d’uso, la scale-up fa leva anche sulla disponibilità di un marketplace per la disponibilità di integrazioni verticali e lo scambio di esperienze, oltre che su un sopporto post-vendita locale madrelingua gratuito sia per l’iniziale fase di onboarding che per la successiva consulenza di business. Inoltre, è prevista una prova gratuita del prodotto per 14 giorni.
Il mercato italiano non è del tutto vergine e conta già circa 200 clienti. Per il momento, Teamleader sembra voler privilegiare il contatto diretto alla costruzione di un canale, comunque indispensabile per raggiungere il target delle Pmi. I primi partner acquisiti hanno un profilo che spazia dagli incubatori alle associazioni, per arrivare a chi gestisce programmi per le start-up.

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua