Nella grande distribuzione europea prevale il cloud-first

Nella grande distribuzione europea prevale il cloud-first

Uno studio realizzato da ServiceNow rileva come oltre la metà delle aziende del settore abbiano scelto la via del cloud e la migrazione si completerà entro un paio d’anni.

di: Redazione ImpresaCity del 06/04/2017 12:49

Cloud Computing
 
Le aziende europee della grande distribuzione stanno migrando verso il cloud in modo più spedito rispetto ad altri settori industriali. La constatazione emerge dallo studio “Cloud Computing Tipping Point”, realizzato da ServiceNow su un campione di 1.850 dirigenti di realtà del comparto, a livello mondiale, ma con un certo peso riservato al Vecchio Continente.
Secondo l’indagine, il tasso di adozione del cloud appare in linea con i messaggi lanciati dal marketing e ripresi da molti analisti, tant’è che il 54% del campione ha adottato una strategia di tipo cloud-first. Il 94% delle realtà esaminate completerà la migrazione entro i prossimi due anni, superando così la media del 77% rilevata per altri settori di attività, come servizi finanziari, manufacturing, sanità e servizi professionali.
L’indagine condotta da ServiceNow si concentra sull’adozione, i motori e le implicazioni di un mondo sempre più centrato sul cloud e ne rivela le conseguenze rivoluzionarie per i servizi It, specie in relazione alla diffusione dell’approccio DevOps nella grande distribuzione. La quasi totalità dei soggetti interpellati )94%) ha dichiarato di partecipare in un modo o nell’altro a una filosofia che favorisce la collaborazione precoce e frequente fra It e sviluppatori, allo scopo di accelerare la creazione di nuove applicazioni e servizi. Per il 76%, DevOps è un fattore importante nella transizione a un approccio cloud-first.
L’85% delle imprese che hanno definito la migrazione al nuovo modello ha indicato che il personale It non dispone attualmente delle competenze per gestire al meglio questo passaggio, ma l’88% ritiene che il cloud possa sostituirsi a un servizio informatico formale, in modo completo o parziale.I servizi It dovranno adattarsi alla nuova realtà oppure la maggior parte delle applicazioni o delle infrastrutture finiranno al di fuori del data center. Tuttavia, il 72% delle persone interpellate ha dichiarato che il passaggio al cloud ha rivalorizzato il dipartimento It all’interno dell’azienda e il 68% è convinto che i servizi It continueranno a occupare un ruolo indispensabile in futuro.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota