Gli ambiziosi piani di espansione di Ovh

Gli ambiziosi piani di espansione di Ovh

Dieci nuovi data center in un anno, un marketplace innovativo e un’offerta pacchettizzata di back-end per le applicazioni mobili fra le novità annunciate dal cloud provider.

di: Redazione ImpresaCity del 12/10/2016 12:26

Cloud Computing
 
Ovh non fa da tempo mistero di voler occupare un ruolo di primo piano fra i cloud provider, su scala non più solo europea ma globale. L’annuale rendez-vous per clienti e partner in Francia è servito per puntualizzare il percorso di crescita, costruito su nuove iniezioni finanziarie come quella recente da 250 milioni di euro da parte dei fondi Kkr e Towerbook, ma soprattutto su un piano che porterà a investire 1,5 miliardi di euro in cinque anni. L’obiettivo economico di lunga scadenza è il raggiungimento del miliardo di euro di volume d’affari in cinque anni, triplicando così il valore attuale.
Il primo passo del progetto di espansione passa per una più ramificata presenza mondiale, che si esprimerà nell’apertura di dieci nuovi data center in nove paesi diversi, andando a completare un parco già composto da 17 strutture, soprattutto in Francia e Nordamerica. Tre dei nuovi impianti sono già operativi a Sidney, Varsavia e Singapore. Anche l’Italia è coinvolta nel progetto, con un data center che dovrebbe vedere la luce entro la prossima estate.
Dal punto di vista tecnico, una certa enfasi è stata posta sui servizi di back-end, soprattutto per gli sviluppatori. In particolare, è stata presentata l’offerta Mobile Hosting, che consente di industrializzare la componente di back-end legata alla creazione di applicazioni mobili, integrando le piattaforme di gestione di dati e log, i container con Marathon e le code di messaggi con Apache Kafka.
In aggiunta, Ovh ha annunciato una declinazione Hpc e big della propria Cloud Desktop, basata sulla tecnologia Horizon di VMware, oltre che una versione di fascia alta del router OverTheBridge, con 14 porte e 20 Gb/s di velocità.
Sul fronte del cloud ibrido, va registrato l’arrivo di vRack Easy Connect, che permette di connettere le infrastruttura del provider a piattaforme private e pubbliche. Sono però stati potenziati anche i server dedicati, che utilizzeranno la tecnologia flash Nvme e saranno potenziati con nuovi modelli dedicati ai database in-memory.In ambito più commerciale, infine, si colloca Market Place Together, un servizio che consente ai clienti di commercializzare direttamente le loro offerte attraverso i canali del provider.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota