CTERA migliora la gestione dei dati in cloud

CTERA migliora la gestione dei dati in cloud

Nuovi aggiornamenti semplificano la migrazione cloud e la sicurezza degli utenti negli ambienti EFSS e data protection

di: Redazione del 01/09/2016 12:10

Cloud Computing
 
CTERA Networks  introduce nuove funzionalità per la gestione dei dati cloud. Le novità apportate alla CTERA Enterprise File Services Platform consentono alle organizzazioni IT di migrare i dati tra qualsiasi data center e infrastruttura cloud, ottimizzare i costi delle infrastrutture storage, semplificare l’accesso ai dati tramite nuove integrazioni con i sistemi per la gestione delle identità.  

Il servizio ha l'obiettivo di proteggere i dati e di gestire i file ovunque essi risiedano - endpoint, sedi aziendali e cloud - restando all'interno del cloud storage fisico e virtuale residente nell'azienda stessa.

La piattaforma si basa sul
middleware CTERA per il delivery di servizi cloud, una soluzione che permette di creare, distribuire e gestire servizi basati su cloud storage, come EFSS (Enterprise File Sync and Share), protezione dei dati in-cloud, backup di endpoint e server remoti, e modernizzazione dello storage di ufficio.  

“Le aziende, dotate della capacità di far leva sui cloud più appropriati sono quelle che otterranno vantaggi di business significativi dall’adozione di nuovi modelli dell’IT a consumo”, ha affermato Donato Antonangeli, Regional Director di CTERA. “La piattaforma IT-as-a-Service di CTERA – ha sottolineato ancora Antonangeli - affronta numerose casistiche di utilizzo Enterprise con un’unica infrastruttura, concepita per aiutare le organizzazioni IT a diventare più efficienti e gli utenti finali a diventare più produttivi”.

Nello specifico le novità introdotte:

Migrazione del cloud storage: le aziende possono ora effettuare la migrazione dei dati attraverso le infrastrutture di cloud storage, senza dover bloccare i sistemi né interrompere i servizi erogati agli utenti finali. Grazie a una migrazione trasparente dei dati da e verso nodi storage di qualsiasi tipologia e ovunque si trovino, CTERA Platform permette di spostare dati e applicazioni da una data center all’altro in modo facile e sicuro, evitando il lock-in su fornitori e/o piattaforme per poter implementare strategie cloud in efficienti.  

Gestione del ciclo di vita delle informazioni: CTERA Platform sfrutta ora i tool per la gestione del ciclo di vita delle informazioni da Amazon Simple Storage Service (Amazon S3) e da NetApp StorageGRID per collocare, in modo intelligente, i file nei livelli storage del cloud secondo il profilo applicativo più appropriato. I dati di backup e archiviazione a lungo termine possono essere spostati verso livelli storage a basso costo - come Amazon S3-Standard Infrequent Access tier (Standard – IA) -. Mentre i dati interattivi (EFSS) possono essere memorizzati su livelli storage che offrono costi ottimizzati per la lettura e scrittura dei file. Questo aiuta i clienti a ridurre del 10-20% gli investimenti complessivi per le infrastrutture cloud.     

SAML 2.0 e supporto dei principali sistemi SSO (Single Sign-On): CTERA supporta ora la federazione delle identità via Security Assertion Markup Language (SAML) 2.0. Questo permette alle organizzazioni IT di centralizzare la gestione delle identità degli utenti aziendali e di implementare la capacità SSO per l’accesso a file e backup. Oltre al riconoscimento del nuovo standard, CTERA ha certificato anche la propria compatibilità con i più diffusi sistemi SSO come Microsoft ADFS 2.0, Okta, OneLogin e Ping Identity.  
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota