VMworld USA 2015/1 - VMware per il software defined data center

VMworld USA 2015/1  - VMware per il software defined data center

VMware aggiunge nuovi componenti al servizio del software defined data center: coinvolti vCloud, NSX e la distribuzione OpenStack

di: G.F. del 01/09/2015 11:47

Cloud Computing
 
Anche a VMworld 2015 (edizione Usa) il tema che ha tenuto banco nelle prime presentazioni delle novità di VMware è quello del cloud ibrido. La strada che porta i clienti a una distanza minore dal cloud ibrido vale in quanto si riesca a stabilire una operatività più stretta e senza problemi tra i data center virtualizzati della clientela e il public cloud che in casa VMware si chiama vCloud Air. E’ questo il filo conduttore di una prima raffica dai annunci che alla manifestazione americana hanno preso le misure delle attività di disaster recovery.Le aziende potranno pianificare le attività di DR con il nuovo Site Recovery Manager Air, basato su cloud. E VMware ha dato il via a un’offerta di disaster recovery su vCloud Air basata non più su abbonamento , ma su pagamento in funzione dell’uso e dei consumi delle macchine virtuali.vCloud Air è la risposta di VMware al successo di cloud service provider come Amazon Web Services. Obiettivo delle soluzione è di permettere alle aziende di far lavorare le loro operazioni collegate all’ IT con un insieme adatto di servizi cloud. I servizi vCloud sono messi in grado di interoperare l’uno con l’altro oltre che con le attività interne basate su vCloud delle organizzazioni.vCloud Air si arricchisce di nuove opzioni legate allo storage dei dati.
vcloud-airupdates-leftbanner.jpg

Nel caso dei dati non strutturati la novità è vCloud Air Object Storage alimentato dalla Google Cloud Platform. Si tratta del primo prodotto frutto di un accordo di rivendita firmato con Google all’inizio dell’anno. Ai dati si può accedere da ogni località , mentre la ridondanza integrata elimina la necessità di backup. Questi e altri prodotti di cui diremo indicano la volontà di VMware di diventare un player principale nell’area dell’infrastruttura cloud in linea con lo spostamento degli interessi delle aziende non più sulla virtualizzazione e il consolidamento dei data center , ma sul cloud pubblico. Alcune cifre . Il campione del mercato cloud pubblico è Amazon Web Services con 6 milioni di fatturato in un anno . L’intera VMware ha penerato 6 miliardi di fatturato nel 2014. 
La nuova prospettiva in cui si muove VMware è dunque quella di aggiornare la sua pila software per la virtualizzazione dei data center con componenti che vanno ad arricchire la possibilità di far girare le attività di data center e i servizi cloud relativi come un’unica entità.In questo senso vanno lette sia le novità riguardanti il software di virtualizzazione della rete per semplificare il movimento dei carichi di lavoro nel data center sia la nuova versione della distribuzione OpenStack.Insomma la strada è quella della unificazione tramite la virtualizzazione delle risorse di elaborazione, networking e storage per erogare all’utenza aziendale tramite un’unica piattaforma sia le applicazioni aziendali sia quelle basate su cloud.  In questo modo tramite l’architettura proposta da VMware diventa possibile spostare i carichi di lavoro tra il data center interno e i servizi in cloud facendo un uso più efficiente delle risorse. 
Secondo stime di Research and Market il mercato che viene sotteso da questo approccio che in VMware porta il nome di SDDC (Software defined data center) prevede quasi 22 miliardi di dollari di fatturato nel corso di quest’anno.
 Da segnalare ancora un nuovo database rogato in modalità as a service . vCloud Air SQL, che utilizza per il DBMS relazionale il modello di pagamento a consumo inizia la sua vita nel mercato con la compatibilità verso SQL Server di Microsoft.  
VMware ha poi aggiornato il software di casa per la virtualizzazione delle attività di rete. VMware NSX 6.2 permette di copiare le VM attraverso uno solo o due data center, mantenendo le configurazioni di rete e la sicurezza.Nell’occasione VMware ha dichiarato che NSX è utilizzato da oltre 700 clienti, con oltre un centinaio di operazioni già in fase di produzione.
Infine il nuovo Integrated OpenStack 2 aggiornato sulla nuova versione di aprile del software open OpenStack. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota