Il cloud made in Italy di Netalia

Il cloud made in Italy di Netalia

Nel panorama dei provider presenti nel nostro Paese, si distingue la proposta dell’operatore con sede a Genova, che opera solo attraverso il canale.

di: Roberto Bonino del 07/07/2015 14:15

Cloud Computing
 
L’interesse verso il cloud sta crescendo e sono le cifre a confermarlo. L’Osservatorio del Politecnico di Milano ha da poco comunicato di prevedere un valore complessivo pari a 1,51 miliardi di euro per il 2015, con un aumento del 25% rispetto all’anno scorso, mentre Sirmi aveva indicato in un 20,9% il progresso nel 2014, in rapporto all’anno precedente.
In sostanza, le analisi mostrano una tendenza numerica ben definita e destinata a perdurare anche per i prossimi anni. Sempre secondo la School of management del Politecnico, gli investimenti vanno soprattutto in direzione dell’aggiornamento delle infrastrutture esistenti e, in modo ancor più marcato, verso il cloud pubblico, che crescerà del 35% quest’anno.
Questi indicatori sembrano dar ragione alle scelte effettuate da Netalia, cloud provider italiano al 100%, nato circa cinque anni fa a Genova e oggi pronto a fornire infrastrutture e soluzioni per le netalia-michele-zunino-ceo.jpgaziende che stanno affrontando, seppur ancora con cautela, il passaggio al nuovo paradigma: “Permangono le paure che da sempre hanno contrassegnato le valutazioni sulle potenzialità del cloud – conferma Michele Zunino, Ceo di Netalia – ed è per questo che abbiamo scelto di focalizzare la nostra attenzione sul cloud ibrido e su una connotazione locale, per accompagnare le aziende verso un’evoluzione il meno possibile traumatica e garantire che i dati rimangono allocati in Italia, nel totale rispetto delle normative”.
La fondamentale peculiarità dell’operatore è legata a un modello di business totalmente affidato al canale, puntando su investimenti essenzialmente infrastrutturali (due data center sono già attivi e un terzo lo sarà a breve) e sui rapporti con la clientela già avviati dai partner: “Loro sono in grado di intercettare le opportunità, hanno relazioni spesso consolidate e conoscono le architetture già messe in opera dai loro clienti – specifica Zunino -. Noi ci occupiamo di supportarli con l’assistenza, la formazione e l’individuazione dei più efficaci servizi a valore aggiunto”.
Non è una scelta facile da sostenere, non tanto dal punto di vista gestionale quanto per la difficoltà di individuare i partner con l’adeguato “gusto per la complessità – come lo definisce Alberto Clavarino, responsabile vendite di Netalia – e la capacità di tradurre le esigenze dei clienti in soluzioni a valore. Oggi la rete è composta da una trentina di soggetti, ma è prevedibile che faremo un’ulteriore opera di selezione, per concentrarci sui soggetti più validi e individuarne di nuovi, con l’obiettivo di raggiungere i sessanta partner entro metà del prossimo anno”.
Fra i più attivi già ora, si trovano Axiom (progettazione, realizzazione e manutenzione di data center evoluti), I&S Integrazione e Sistemi (divisione di Bsc specializzata in sicurezza, compliance e customer lifecycle management) e Longwave (consulenza e servizi con competenze soprattutto nella comunicazione e collaborazione).
Tre sono le linee di business sulle quali si concentra la proposta di Netalia. Quella più classica ha a che fare con gli aspetti infrastrutturali ed è orientata soprattutto alla fascia media e grande delle aziende italiane, con strumenti e servizi per la migrazione verso il cloud arricchiti da funzionalità di virtualizzazione, disaster recovery, hosting e sicurezza. Una seconda area di interesse è quella dell’unified communication in chiave di collaborazione, offrendo ai system integrator la possibilità di creare soluzioni indirizzate non solo al sync & share o alla videoconferenza, ma anche alla gestione delle identità attraverso single sign-on. Infine, il fronte di sviluppo più recente è collegato alla videosorveglianza e al digital signage.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota