Sui servizi cloud Oracle vuole fare la differenza

 Sui servizi cloud Oracle vuole fare la differenza

Se il cloud non è più una semplice moda, i rivali di Oracle sono meno SAP e IBM e più i player del cloud puro e pubblico come Salesforce e Amazon

di: Giulio Ferrari del 01/07/2015 18:50

Cloud Computing
 
L’annuncio del completamento della sua Cloud Platform da parte di Oracle può essere interpretato secondo tre chiavi di lettura: la prima di mercato, la seconda di tipo finanziario interno alla azienda e la terza di tipo tecnologico con una mappatura sulla condizione del sistema impresa italiano. 
La chiave di attacco al mercato è chiara nelle affermazioni del presidente -ma soprattutto CTO - Larry Ellison che l’annuncio può aiutare a calmierare il settore dei servizi cloud e accelerare la migrazione al cloud delle grandi imprese. D’altra parte Reuters riporta che le attività cloud di Oracle viaggiano a un tasso di fatturato di 2,3 miliardi di dollari all’anno , mentre le nuove rivali Amazon e Microsoft generanno ciascuna attorno a 6,3 miliardi di dollari all’anno. Ma rispetto alla concorrenza tradizionale di Oracle (diciamo SAP e IBM) l’ultima trimestrale mostra un a crescita del 29 percento per i servizi cloud della società , che tuttavia rappresentano il 5 percento del suo fatturato totale. 

Per Oracle il cloud è un fattore di crescita a fronte di un calo del 17 percento delle licenze da software. Ma se il passaggio è in qualche modo obbligato dall’attenzione delle imprese per le tecniche di cloud computing in tutte le sue modalità, l’annuncio della Cloud Platform indica che la transizione ( o la conversione ) di Oracle da vendor critico sul cloud a convertito al cloud è ormai completa.
Una semplice testimonianza deriva dalla raffica di prodotti e servizi (ben 24 di piattaforma e di infrastruttura) che forniscono alle imprese ogni strumento possibile per far girare in cloud (ibrido) le loro attività. Oltre che dagli investimenti da parte della società californiana in nuovi data center ridondati anche in Europa. La speranza di Ellison è che le aziende possano godere di una totale capacità di provisioning e migrazione delle loro applicazioni tra il data center privato e il cloud di Oracle.Se il cloud non è più una semplice moda, i rivali di Oracle sono meno SAP e IBM e più i player del cloud puro e pubblico come Salesforce (software) e Amazon (infrastruttura). E a poco a poco Oracle si afferma anche come fornitore di servizi cloud ora che tutto è a posto per i punti fondamentali dell’economia del cloud.
scappin-oracle.jpg
Ma - come rileva Luigi Scappin, Technical Sales Consulting Director presso Oracle Italia - i servizi di questa piattaforma cloud si rivolgono ad aziende presso le quali la società trova meno interlocutori nello staff IT e più nelle linee di business. La trasformazione digitale è dirompente anche nei rapporti interni alle aziende. La trafila burocratica interna alle imprese può essere estenuante . Si crea una certa confusione interna alle organizzazioni chela tecnologia cerca di risolvere . Alla fine la nuova piattaforma cloud di Oracle dà modo alle aziende di mettere in atto attività che non sono limitative per la parti in gioco, anzi fornisce strumenti in grado di seguire modelli di business dinamici. D’altro canto le incursioni dei dipartimenti non IT nell’area del cloud pubblico riconducono un poi a un problema di governance dell’IT che ricade sul reparto tecnico.In Italia in particolare sono in atto progetti sulla piattaforma cloud di Oracle che ne mettono in luce anche una caratteristica particolarmente apprezzata, quella di partire da moduli in grado rispondere almeno al 70 percento delle attese di progetto e poi permettere una estensione anche ad altri strumenti di terze parti. Quasi una modalità intelligente di rinnovare il ciclo continuo dello sviluppo delle applicazioni: un continuo di beta testing che ha lo scopo di creare sviluppo applicativo , ma attraverso strumenti tecnologici maturi e raffinati.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota