Huawei, innovazione senza compromessi

Huawei, innovazione senza compromessi

L’azienda accelera in velocità per conquistare nuovo spazio nel mercato enterprise, estendendo partnership e annunciando nuovi prodotti

di: Piero Macrì del 16/06/2015 14:08

Cloud Computing
 
Monaco - Management cinese al gran completo in occasione della Western Europe Channel Conference di Huawei. L’azienda accelera in velocità per conquistare nuovo spazio nel mercato enterprise, estendendo partnership, è il caso di Vmware, e annunciandone di nuove, come quella con Commvault. E conquistando nuovi traguardi tecnologici, come dimostra il rilascio dello storage monster OceanStor 18000 V3, disk array ibrido che integra tecnologia flash, offre disponibilità six nine e capacità fino 27 Petabyte con configurazione scalabile fino a un totale di 16 controller e 3.216 dischi.

dsc-1870.jpg
Il mercato europeo è per Huawei il secondo più importante al mondo, dopo quello cinese
, e rappresenta il terreno di scontro ideale per acquisire market share in tutti i comparti IT: dal server, allo storage, al networking, aree dove il colosso cinese sta iniziando a mietere successi e a competere con i global player dell’informatica. “A soli quattro anni dal debutto nel mercato enterprise – ha affermato Vincent Pang, Presidente Huawei Technology (vedi foto) - abbiamo ormai stabilito una significativa presenza in Europa, creando centri di ricerca, in riferimento alle aree tecnologiche più innovative, come per esempio IoT e Industry 4.0, e stabilendo un network di relazioni con società di servizi e system integrator di primo piano, tra queste, la più recente, quella con T-Systems”.

Huawei è convinta che vi siano spazi per modificare gli attuali assetti e posizionamenti di mercato. Nulla è immutabile. Soprattutto adesso. Le aziende stanno infatti affrontando un passaggio storico nell’evoluzione tecnologica in conseguenza di un diverso approccio al business. Si tratta di quella che da molti viene definita come trasformazione digitale, sostenuta da fenomeni del tutto emergenti come Cloud e Mobile Computing, Big Data e IoT. E in questo passaggio le opportunità si dilatano oltre i confini dell’IT tradizionale.

"Il paradigma dell’informatica si va progressivamente aggiornando, metabolizzando le logiche infrastrutturali più innovative, afferma Cameron Bahar, vice president & chief technology officer enterprise storage. Emc, NetApp, HP, Dell, Ibm, Cisco, tutte le società incumbent che hanno dominato la scena dell’IT nello scorso millennio devono riattualizzare la propria offerta e il proprio modello di business per traghettare il vecchio al nuovo. Il nostro vantaggio, nei loro confronti, continua Bahar, è quello di poter guardare all’evoluzione senza concedere compromessi alla tecnologia legacy. La proposizione tecnologica che siamo andati ad assemblare è nata insieme ai paradigmi della nuova IT, il che significa potere ragionare senza vincoli dettati da tecnologia pregressa".

Da una parte tutta la potenza di fuoco infrastrutturale per modernizzare i sistemi informativi delle aziende, con un forte focus su architetture convergenti, vedi l’esempio dell’offerta Fusion Server (massima semplificazione, box all in one con capacità di storage, di networking e di computing pre-integrate, come dimostra l’ultimo High Density Fusion Server nato dalla collaborazione con Intel). Nello stesso tempo, accelerazione su ciò che riguarda la realizzazione di ambienti di cloud computing, con l’endorsement verso soluzioni di orchestrazione di derivazione OpenStack per l’abilitazione di ambienti Virtual Data Center. L’idea è quella di poter configurare e implementare ambienti distribuiti di cloud computing dove la flessibilità delle diverse risorse possa essere gestita nel migliore dei modi. Tutta l’intelligenza del software, declinata nelle componenti di networking, di storage e server, per dare vita a un ambiente orientato all’ottimizzazione dell’infrastruttura complessiva per rendere sempre più rispondente l’IT alle esigenze del business.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota